“Fuggite, c’è un coccodrillo”. L’orrore improvviso per una madre col suo bambino


 

Una morte orribile quella di una donna e del figlio di soli cinque mesi, avvenuta sotto gli occhi di altre persone che, impotenti, si sono trovati ad assistere alla terribile scena. Tutto è successo in pochi secondi, senza che nessuno riuscisse a intervenire per riuscire a salvare i due, costretti a fare i conti nel giro di pochi secondi con un orrore inaudito. Come riportato dall’Independent, la madre e il bambino sono stati aggrediti da un coccodrillo in Uganda. Hanno provato a lottare per difendersi ma sono finiti entrambi sbranati dall’animale, che non ha dato loro scampo. L’episodio è avvenuto sulle rive del lago Alberto, sempre come riportato dalla testata. Jesca Kabiira, questo il nome della donna, era andata a prendere l’acqua, quando lei e il figlio sono stati catturati dall’animale e sono morti così, in maniera atroce. (Continua a leggere dopo la foto)







Un testimone, presente al momento dell’attacco, ha raccontato che altre persone si trovavano vicino al lago, ma sono fuggite non appena hanno notato il coccodrillo per evitare che l’animale li attaccasse. Jesca non ha fatto in tempo ad allontanarsi, però, non accorgendosi in tempo di quanto stava accadendo. “I residenti hanno provato a salvarla, ma i loro sforzi non hanno dato frutti. Il coccodrillo è scomparso nell’acqua, con il suo corpo”. (Continua a leggere dopo la foto)




“Stiamo consigliando alle persone di evitare le aree in cui sono presenti questi coccodrilli” ha dichiarato il portavoce dell’Uganda Wildlife Authority (UWA), Bashir Hangi, “Quando i pesci scarseggiano, i coccodrilli emergono in superficie, per nutrirsi di esseri umani”. I corpi di Jesca e del figlio non sono stati ancora recuperati, le forze dell’ordine stanno cercando di trovarli con un massiccio dispiegamento. (Continua a leggere dopo la foto)


 

Negli scorsi giorni, una psicosi riguardante proprio un coccodrillo si era diffusa in Italia, per la precisione a Maccarese: diversi cittadini avevano segnalato di aver avvistato una strana creatura nelle acque della città, una notizia che si era diffusa rapidamente ma che si era poi rivelata la più classica delle bufale, come successo diverse volte in passato.

“Orribile!”. Omicidio choc, uccide l’ex del marito: taglia il corpo con una sega. I resti in pasto ai coccodrilli

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it