Paura (e morte) in volo: un’esplosione e poi uno squarcio. E un passeggero risucchiato nel vuoto. Il motivo dello scoppio


 

Panico e terrore a bordo per 74 passeggeri del volo D3159 della Daallo Airlines diretto da Mogadiscio a Gibuti. Un boato, e nella carlinga si apre uno squarcio. Un’emergenza che ha costretto il comandante a rientrare. Putroppo si conta anche una vittima. Un passeggero infatti è stato risucchiato nel vuoto e ritrovato senza vita nel distretto di Balcad, circa 35 chilometri a nord-est della capitale. All’atterraggio il velivolo è stato raggiunto dai mezzi di soccorso che hanno spento l’incendio che si era sviluppato, evacuato i passeggeri e soccorso i feriti.

Gli interrogativi, si legge su Repubblica, restano invece sulle cause dell’incidente.

(continua dopo la foto)







Il ministro dei trasporti e dell’aviazione civile, Ali Ahmed Jama, ha dichiarato che l’aereo è rientrato dopo aver registrato un “botto” e un incendio a bordo, aggiungendo che è in corso un’indagine.

Il sito d’informazione somalo Horseed Media riporta la testimonianza di una fonte aeroportuale: “Poco dopo il decollo il pilota ha rilevato un incendio a uno dei due motori. Grazie a Dio è tornato indietro ed è riuscito ad atterrare in tempo in sicurezza”.Ma il britannico Mirror rilancia l’ipotesi di un bomba a bordo. Se fosse successo a grande altitudine, si sottolinea, si potrebbe parlare di una decompressione esplosiva, ma in questo caso, subito dopo il decollo, potrebbe essere stata l’esplosione prematura di un ordigno caricato a bordo da un passeggero. La polizia, riporta ancora il Mirror, per il momento valuta l’accaduto come “sospetto”.

Le foto apparse sul sito in somalo di Voice Of America mostrano l’aereo, un Airbus A-321, con uno squarcio verticale annerito fra i finestrini sul fianco destro sopra l’ala. Un’altra foto mostra l’apertura vista dall’interno della cabina, con le mascherine dell’ossigeno penzolanti fuori dei loro alloggiamenti.

Ti potrebbe interessare anche: “Abbiamo abbattuto un aereo e catturato il pilota”, l’annuncio dell’Isis

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it