“Fermi tutti, guido io”. A 18 anni “ruba” un aereo e semina il panico


 

Cosa sareste disposti a fare pur di andare a un concerto che considerate imperdibile? Molti di noi si direbbero sicuramente pronti a chiedere in prestito soldi, consumare in fretta e furia gli ultimi giorni di ferie disponibili o magari raccontare qualche bugia ad amici e partner pur di riuscire a ritagliarsi un po’ di tempo per il fatidico appuntamento. Difficilmente, però, qualcuno di voi sarebbe capace di emulare quanto fatto da questo ragazzino originario dell’Arkansas, negli Stati Uniti, davvero disperato e capace di tutto pur di riuscire a realizzare il suo desiderio. Tanto da pianificare il furto di un aereo che lo avrebbe poi condotto in un altro stato, così da permettergli di assistere a una performance rap alla quale teneva particolarmente. A raccontare questa incredibile vicenda andata in scena in America è la testata Metro. (Continua a leggere dopo la foto)








Ecco allora che il giovane Zemarcuis Devon Scott, 18 anni, ha messo in atto il suo spericolato tentativo di arrivare a destinazione. Nel cuore della notte, per la precisione intorno alle 2 e 30, ha approfittato del buio per scavalcare una recinzione del Texarkana Regional Airport, cercando di non farsi notare dal personale di sorveglianza e infilandosi in fretta e furia in un jet della American Eagle. Purtroppo per lui le cose non sono andate come previsto. (Continua a leggere dopo la foto)




Un addetto alla sicurezza lo ha infatti visto avvicinarsi al mezzo e ha chiamato i soccorsi. Zemarcuis si è così trovato una pistola puntata contro, con degli uomini in divisa a urlargli di tenere le mani bene in vista mentre un collega apriva la porta della cabina di pilotaggio e lo trascinava fuori. Quella che può sembrare una semplice bravata avrà però delle conseguenze molto serie per il ragazzo, che si troverà ad affrontare un processo. (Continua  a leggere dopo la foto)


 

Zemarcuis rischia infatti una condanna a un minimo di tre anni carcere e una multa che potrebbe superare i 10mila euro. Stando a quanto riportato dagli agenti intervenuti successivamente sul posto, il ragazzo era intenzionato a decollare con il mezzo per raggiungere il luogo del concerto, dicendosi perfettamente in grado di effettuare la manovra.

“Almeno 5 morti”. L’aereo si schianta nel parcheggio affollato, in pieno giorno

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it