“Mi ha violentata”. Nasce senza pene, è accusato di molestie sessuali: un caso incredibile


 

Una storia talmente assurda da non sembrare vera, quelle che vede un uomo privo del pene accusato di violenza sessuale nei confronti di due donne con le quali in passato aveva avuto delle brevi relazioni. E invece, per quanto bizzarro possa sembrare, i fatti stanno realmente così: sul banco degli imputati è infatti finito il signor Carlos Delacruz, 35 anni, che aveva ingannato le fidanzate nascondendo loro la sua condizione. Spacciandosi per una persona molto timida, le convinceva a non spogliarlo mai alla luce del sole, a non toccarlo nelle parti intime e a lasciare che fosse lui, al buio, a prendere l’iniziativa. Quello che faceva, in realtà, era penetrarle con un oggetto la cui natura non è stata ancora resa nota nel corso del processo che si tenendo nella città di Banknock, in Scozia, e che ha lasciato decisamente basito il giudice incarico del caso. A raccontare questa assurda vicenda è il Sun, che ha ricostruito l’accaduto. (Continua a leggere dopo la foto)



Due le vittime che hanno accusato Carlos di molestie sessuali: entrambe hanno avuto con lui delle storie di breve durata, sempre meno di un anno. Ed entrambe raccontano di aver avuto con lui degli incontri a luci spente dove, al momento di iniziare il rapporto, avevano provato un dolore innaturale, con perdite e fastidi anche nei giorni successivi. Un dettaglio che le aveva insospettite non poco e che le aveva portate a indagare fino a scoprire la verità. (Continua a leggere dopo la foto)


Come spiega la testata britannica, resta il mistero sulle condizioni di salute dell’uomo, che è stato sottoposto a degli esami per verificare l’entità dell’accusa mossa dalle due donne. Al momento le autorità si sono limitate a confermare il fatto che è privo del pene, anche se non si sa quale sia il motivo di questa sua menomazione. Allo stesso tempo, alcune circostanze che dimostrano come l’uomo abbia truffato le partner sono state accertate. (Continua a leggere dopo la foto)


 

A scoprire l’inghippo è stata la seconda e più recente compagna di Carlos, che ha successivamente contattato l’altra donna, della quale aveva scoperto l’identità, per avere un confronto con lei e capire di più. Nelle prossime settimane arriverà ora la sentenza nei confronti dell’uomo, che con tutta probabilità sarà condannato al carcere.

“Sono nato senza pene, ma sto per perdere la verginità”. Una storia unica al mondo