“Temiamo oltre 100 morti”. Migliaia di sfollati, turisti in fuga. Il fuoco assedia Atene


 

“Temiamo oltre 100 morti”, avvertono le autorità greche. È il bilancio degli incendi che stanno devastando le aree boschive intorno ad Atene. Lo ha reso noto la Croce Rossa dopo che ha rinvenuto i corpi di 26 persone nelle zone vicine a Rafina, cittadina sulla costa ad est della capitale greca. Il devastante bilancio è stato confermato dal vice sindaco locale Girgos Kokkolis. In precedenza la televisione aveva parlato di almeno 24 morti e oltre un centinaio di feriti, molti in modo grave. Nella località turistica di Mati, a circa 40 chilometri a nord est di Atene, molte delle vittime sono rimaste intrappolate dalle fiamme nelle loro case o nelle loro auto. Tra gli oltre 100 feriti, vi sarebbero almeno 16 bambini. Vigili del fuoco, squadre di emergenza e Guardia Costiera, insieme a barche di pescatori e di turisti, sono stati impegnati nelle operazioni di salvataggio di oltre 700 persone che avevano trovato riparo sulle spiagge rimanendo poi intrappolati dalle fiamme. Migliaia in fuga verso il mare. Alcune persone ritrovate morte abbracciate in spiaggia. Dichiarati tre giorni di lutto nazionale. Ignote le cause dei roghi ma il governo greco sospetta fortemente che siano di natura dolosa. La Farnesina sta verificando l’eventuale coinvolgimento di cittadini italiani. (continua dopo video e foto)











Sono migliaia le persone in fuga, mentre il governo greco ha chiesto l’aiuto degli altri Paesi dell’Unione europea per contrastare gli incendi. “Faremo tutto quello che è umanamente possibile per domarli”, ha detto il premier Alexis Tispras che ha dichiarato lo stato d’emergenza nell’area metropolitana di Atene, dopo essere rientrato in anticipo da una visita in Bosnia-Herzegovina. Tsipras ha anche avanzato l’ipotesi che gli incendi siano di natura dolosa. La maggioranza delle vittime è stata ritrovata senza vita in casa o nell’auto, nel resort marino di Mati, una località turistica costiera nella regione di Rafina, a circa 40 km a nordest di Atene. Nella stessa località 26 corpi carbonizzati sono stati rinvenuti nel giardino di una villa. Altre vittime sono state trovate abbracciate l’una all’altra sulla spiaggia di Argyri, sempre a Mati. (continua dopo la foto)



Dopo la richiesta di aiuti da parte di Atene, l’Italia, la Germania, la Polonia e la Francia hanno invitato aerei Canadair, mezzi e vigili del fuoco. “Speriamo di spegnere gli incendi entro oggi”, ha detto un portavoce dei vigili del fuoco, spiegando che durante la notte è calato il forte vento che ha fatto propagare le fiamme. (continua dopo la foto)

 

A nordest di Atene, nei pressi di Penteli, le fiamme avanzano muovendosi verso la città di Rafina. Nella vicina Mati, là dove si contano le vittime, la Guardia costiera è stata costretta a intervenire per evacuare i turisti intrappolati sulla spiaggia. Intanto un secondo incendio sta devastando le pinete in una zona a 50 chilometri a ovest di Atene. Il fumo denso ha raggiunto la capitale e costretto le autorità a chiudere la principale autostrada di collegamento con il Peloponneso. In campo centinaia di vigili del fuoco e decine di mezzi, sette aerei e quattro elicotteri.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it