McDonald’s, cambia tutto: addio hamburger, coca cola e patatine fritte. Ecco la nuova vita del fast food. Che ne pensate?


 

Dite addio ai cari vecchi hamburger pieni di condimenti, alle patatine fritte e alle ali di pollo croccanti. Il McDonald’s così come lo conosciamo noi potrebbe non esistere più. Con buona pace di chi, arrivato alla casa, non riusciva a resistere di fronte a un bel Big Mac.

(Continua a leggere dopo la foto)








A Hong Kong, infatti, abbiamo avuto un assaggio di quello che sarà il futuro della catena di fast food più famosa al mondo. Panini, salse e compagnia finiranno inevitabilmente in secondo piano, a favore di cibi più freschi e salutari. A farla da padrone saranno infatti insalata fresca, quinoa, ananas e brioche appena sfornate.

Una rivoluzione a tutto tondo, con la quale McDonald’s cercherà di scrollarsi per sempre di dosso l’idea di piatti ghiotti ma pericolosi per il nostro organismo. Il nuovo ristorante, dall’evocativo nome “Next”, è stato realizzato dal rinomato studio australiano di design Landini Associates e si trova sulla via dello shopping Admiralty.




 

Spariscono anche i tavoli di plastica e il bancone per le ordinazioni, sostituiti da legno e metallo, in un design minimal e scintillante. I clienti si troveranno di fronte un buffet con ogni ben di Dio: dalla quinoa al mais, dagli asparagi all’ananas, fino ai gamberi. Cambia anche l’offerta del caffè: ora ci sarà a disposizione una vasta scelta di aromi “premium” per i palati più raffinati.


Certo, restano anche i tradizionali hamburger, come il Big Mac, ma il cliente potrà anche scegliere come riempirli grazie all’offerta Create Your Taste. L’apertura della nuova filiale ad Hong Kong, ha fatto sapere il gruppo, fa parte di un vasto piano annunciato nel maggio dello scorso anno e che prevede una ristrutturazione dei locali McDonald’s di tutto il mondo.

 

“Ecco cosa non dovete mangiare al McDonald’s”: la denuncia di un dipendente fa il giro del web

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it