Terrorismo, Indonesia sotto assedio: varie esplosioni a Giacarta, attacco anche all’Onu. Il video choc dell’attentato a uno Starbucks


 

Una serie di esplosioni si sono verificate nel centro di Giacarta, in Indonesia, in una zona che ospita anche molti hotel di lusso, ambasciate e uffici delle Nazioni Unite. I morti, fino a questo momento, sarebbero almeno 7: 3 poliziotti e 4 civili, ma ci sono decine di feriti. La polizia ha arrestato quattro sospetti attentatori.

Tra le vittime c’è anche un cittadino olandese che lavorava per le Nazioni Unite. Alcune fonti parlano addirittura di “14 killer in circolazione”. Una delle zone colpite è fortemente commerciale e turistica, nei pressi del centro commerciale Sarinah. Sotto tiro anche in uno Starbucks, dentro il quale si sarebbero fatti esplodere tre kamikaze.

(Continua a leggere dopo i video)

“È terrorismo” – Il presidente indonesiano Joko Widodo ha definito un “atto terroristico” l’attacco multiplo. “La nostra nazione e i nostri cittadini non devono temere, non ci faremo sconfiggere da questi atti di terrore, spero che i cittadini restino calmi”, ha dichiarato su MetroTV. “Siamo in lutto per le vittime di questo incidente, ma nello stesso tempo condanniamo l’atto che ha turbato la sicurezza e la pace e diffuso il terrore”.

Secondo il Jakarta Post la polizia avrebbe anche fatto irruzione all’interno del ristorante McDonald’s nell’edificio Sarinah. Gli assalitori hanno tra l’altro attaccato una centrale di polizia in piena Giacarta facendo esplodere granate. La polizia indonesiana ha fatto sapere che l’Is aveva diffuso un messaggio in codice prima degli attentati, nel quale si avvertiva che “vi sarebbe stato un concerto in Indonesia e che sarebbe finito sulle prime pagine”.

Attentati Parigi, ansia e caccia all’uomo anche in Italia. “L’auto dei terroristi ha attraversato il confine”. Ecco il veicolo ricercato e la targa

 

 

 

 

 

 

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it