La “maledizione di Ramsey” colpisce ancora, e stavolta è toccata a David Bowie. La conoscete? Ecco di cosa si tratta (davvero sconvolgente)


 

Adesso si può dire chiaramente: la “Maledizione di Ramsey” esiste davvero. Il forte calciatore gallese, centrocampista dell’Arsenal, ha una caratteristica particolare: quando fa un gol, nell’arco di pochissimi giorni, perde la vita un personaggio famoso. Questa volta tocca a David Bowie, stroncato da un tumore. Due giorni fa Ramsey aveva segnato al Sunderland in FA Cup. Ma le sue statistiche sono davvero incredibili. Ecco gli altri casi…

(Continua a leggere dopo la foto)



La striscia di decessi risale al 2011. Il primo è stato Osama Bin Laden, ucciso il 2 maggio, appena 24 ore dopo la rete di Ramsey al Manchester United. In ottobre dello stesso anno, ci fu la scomparsa di Steve Jobs, arrivata tre giorni dopo il gol al Tottenham, e ancora il colonnello Gheddafi, ucciso il giorno dopo della rete in Champions al Marsiglia, del 19 ottobre 2011. Nel febbraio 2012, poi, poche ore dopo un gol del gallese al Sunderland moriva Whitney Houston, affogando nella propria vasca dopo un cocktail di droghe. Ad agosto 2014 il calciatore realizzava il gol del 2-0 contro il Manchester City nel Community Shield e dopo un giorno e mezzo il mondo del cinema piangeva la morte di Robin Williams. Stavolta è toccato al Duca Bianco David Bowie. Nessuno spera più in un gol del gallese…

 

Potrebbe anche interessarti: E’ stata uno dei personaggi più amati della serie tv “Il mio amico Arnold”. Poi, il destino (anche se tanti parlano di una maledizione) gliene ha combinate di tutti i colori. La triste storia Kimberly vi commuoverà. Ecco cosa le è successo…