“7 milioni buttati”. Royal Wedding, che pasticcio: cosa è successo


 

Tra gli aspetti sicuramente più delicati di un matrimonio, oltre alla scena dell’abito con cui presentarsi e le parole da dire a uno degli sposi in caso sia un vostro caro amico, c’è sicuramente quella del regalo. Una faccenda particolarmente spinosa, visto il rischio di portare un dono inutile, troppo sfarzoso o di contro dall’aspetto troppo umile, non in linea con l’eclatante cerimonia. Figurarsi se l’evento in questione è il Royal Wedding: in occasione delle nozze tra Harry e la sua Meghan, tantissime persone (anche vip) hanno inviato i rispetti pensierini a Kensington Palace, credendo così di fare cosa buona e giusta e celebrare degnamente il grande evento. Peccato che molti di loro se li sono visti rispedire indietro in fretta e furia, impacchettati di nuovo e rimandati al mittente. Il motivo? La famiglia reale ha spiegato di essere contraria a qualsiasi regalo fatto a scopo commerciale: sì, dunque, a pensierini semplici, originali e magari anche spiritosi. No invece a grandi marchi e valore economico troppo consistente all’interno delle confezioni. (Continua a leggere dopo la foto)



    Il motivo? Se pensate che si tratti di semplice bontà d’animo sappiate che vi sbagliate. Piuttosto, la famiglia reale non vuole che aziende famose a caccia di un po’ di pubblicità trasformino l’evento in un momento buono per far girare il proprio logo per l’etere. Molti vip, con poco tatto, hanno infatti svelato nelle ore successive all’evento il regalo fatto a Harry e Meghan pubblicando sui social foto scattate nelle ore precedenti, una volta scelto cosa portare in dono alla coppia. Casa Windsor era però conscia di questa evenienza ed è subito passata alla controffensiva, iniziando a rimandare indietro i doni, soprattutto quelli troppo costosi e legati a marchi di grande lusso. (Continua a leggere dopo le foto)



 

La stessa casa reale ha provveduto a spedire alcuni dei regali indesiderati ad alcune associazioni di beneficenza. I beni che non rientravano tra quelli di prima necessità sono invece tornati a casa dei rispettivi mittenti, con un invito a donarli ad altri, più bisognosi. In totale, scrive il Daily Star, il valore totale degli oggetti rimandati indietro supera quota 7 milioni di euro. Un bel gruzzoletto, certo, ma non sarà certo il richiamo del vile denaro a rompere i protocolli di Buckingham Palace, al solito attentissima alla sua immagine anche in un momento di festa.

“Non può essere George Clooney!”. Invece sì: pochi giorni fa al royal wedding e ora… beccato!