Belle, giovanissime e terroriste: sono andate in Siria per combattere con l’Isis. Di loro si erano perse le tracce ma ora spunta la verità: ecco la (tragica) fine che hanno fatto


 

Sono bellissime, giovani, con una vita davanti. E vivevano in Austria con una vita uguale a quella di migliaia di adolescenti. Ma a un certo punto queste due ragazze hanno mollato tutto per aderire all’Isis. E sono partite per la Siria, dove hanno trovato la morte, una dopo l’altra.

 

(Continua dopo la foto)



Riporta il Daily Mail che Samra Kesinovic, 17 anni, è stata picchiata fino a essere uccisa dopo essere stata beccata mentre cercava di fuggire da Raqqa, la roccaforte di Isis.

(Continua dopo la foto)


La notizia non è ancora stata confermata dal governo. La sua amica, Sabina Selimovic, 16 anni è morta durante i combattimenti qualche tempo fa. Le due ragazze, di origine bosniaca ma residenti in Austria, si trasferirono in Siria nell’aprile del 2014.


 

Ti potrebbe interessare anche: Samra e Sabina, le austriache arruolate nell’Isis vogliono tornare a casa. Ma il governo: “Impossibile”