Attentati Parigi, la terribile rivendicazione dell’Isis: ”Ecco perché abbiamo colpito la Francia”. E l’inquietante minaccia dei jihadisti


 

L’Isis ha pubblicato un video, senza data, in cui minaccia ancora la Francia: ”Non vivrete in pace finché continueranno i bombardamenti”, è quanto afferma un militante dell’organizzazione. Lo riferisce al-Arabiya. Si tratta della seconda rivendicazione indiretta degli attacchi di Parigi. Nel video, che secondo al Arabiya è stato pubblicato da al-Hayat media center, il braccio mediatico dello Stato islamico, un combattente del gruppo invita i musulmani francesi a lanciare nuovi attacchi.

(Continua a leggere dopo la foto)






E dopo Parigi, ora ”tocca a Roma, Londra e Washington”: i sostenitori dell’Isis su Twitter continuano a minacciare il mondo e a celebrare gli attacchi parigini con l’hastag ”Parigi in fiamme”’. Lo Stato islamico sui social dice chiaramente ”dopo Parigi toccherà a Roma, Londra e Washington”. Al momento non c’è una rivendicazione ufficiale dello Stato islamico. E non mancano le minacce a Spagna e Portogallo, territorio dell’antico Califfato in Europa. Nel frattempo la Francia ha chiuso le frontiere e dichiarato lo stato d’emergenza. Il Presidente della Repubblica Francois Hollande ha proclamato tre giorni di lutto nazionale. Sono almeno 127 i morti dopo gli attacchi e 200 i feriti.

Ti potrebbe anche interessare Attentati: chi, come e perché. Ecco cosa c’è dietro la strage di Parigi. E qual è il futuro dell’Occidente

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it