“Oltre 40 morti e 80 feriti”. Un incendio terribile scoppiato in ospedale. “È successo tutto all’improvviso”. La fuga disperata dei pazienti, intrappolati tra le fiamme. Una devastazione


 

Un rogo terribile che ha visto intrappolate oltre 100 persone, causando una vera e propria strage. Una notizia che sta facendo il giro del mondo, commuovendo gli utenti per le drammatiche testimonianza dei testimoni che raccontano con il cuore in mano quell’inferno di fumo e grida che li ha visto intrappolati, momenti sembrati infiniti fino all’arrivo dei soccorritori. Il bilancio è però drammatico: 41 i morti al momento accertati, con oltre 80 feriti, alcuni dei quali purtroppo gravi e sulle cui condizioni soltanto nelle prossime ore potrà essere fatta davvero chiarezza. Tutto è successo in Corea del Sud, nello specifico nella parte meridionale del Paese, dove all’improvviso è scoppiato un violento incendio in un ospedale. Stando alle prime ricostruzioni fornite dall’Ansa in queste ore, le fiamme sarebbero divampate inizialmente nel pronto soccorso situato al piano terra della struttura principale del nosocomio Sejong a Miryang. Sul posto sono subito accorsi i vigili del fuoco che si sono messi subito al lavoro per mettere in sicurezza l’area. Una lotta andata avanti per un’ora e quaranta minuti, prima che tutto tornasse alla normalità. (Continua a leggere dopo la foto)



La notizia ha subito fatto il giro del mondo, riportata dalle principali testate internazionali. Il presidente sudcoreano Moon Jae-in ha tenuto una riunione d’emergenza per sollecitare l’adozione delle misure più urgenti per “ridurre le conseguenze negative alle alle persone colpite e per evitare ulteriori danni” dopo l’incendio. Lo ha riferito l’Ufficio presidenziale prendendo atto che l’incidente aveva preso ormai le dimensioni di uno tra i più gravi della recente storia del Paese. Le immagini trasmesse dalle tv con sempre maggiore insistenza hanno infatti mostrato scene drammatiche e convulse dei soccorsi, tra decine di mezzi dispiegati e coi vigili del fuoco aiutati a loro volta, stremati dalla fatica e intossicati dal fumo denso. (Continua a leggere dopo le foto)



 

La maggior parte delle 41 vittime sarebbero decedute per i gas tossici sprigionati dalle fiamme. Lo fanno sapere i vigili del fuoco che hanno impiegato tre ore per domare l’incendio, divampato al pronto soccorso al piano terra, che avrebbe potuto causare ancora più vittime se avessero raggiunto i piani superiori. Sono nove le persone seriamente ferite e oltre 70 quelle in modo lieve. L’ospedale è dotato di 193 letti. Un totale di 111 pazienti e lo staff dell’ospedale sono stati trasferiti in sei strutture non lontane, mentre 94 ospiti dell’ospizio adiacente sono stati evacuati senza danni.

“Un incendio pazzesco, abbiamo visto le fiamme e sentito le urla”. Immediati i soccorsi in un palazzo di 12 piani: si teme il peggio. La situazione