“Carolina è morta a 38 anni dal parrucchiere. Non deve succedere più”. Una storia da brividi. Tutto per una superficialità che al giorno d’oggi non è ammissibile. Eppure “è il sesto caso nell’ultimo anno”. Choc totale


 

Probabilmente Carolina voleva solo sentirsi più bella, più sexy. Succede alle donne del mondo dello spettacolo – Kim Kardashian ha fatto scuola – ma anche a quelle comuni, come Carolina, 38 anni, di Medellin, Colombia, che però ha fatto l’errore fatale di aumentare il volume dei suoi glutei senza rivolgersi a uno specialista. Seppur molto richiesto, è pur sempre un intervento chirurgico e anche relativamente complesso quello della gluteoplastica. Consente di modificare la forma e le dimensioni dei glutei nei pazienti che presentano un rilassamento dei tessuti causato da un importante dimagrimento o dal naturale trascorrere del tempo, oppure un sedere piatto o troppo piccolo.

Si tratta di un’operazione che può essere eseguita da solo o in associazione ad altre tecniche chirurgiche come la mastopessi (con o senza protesi), l’addominoplastica, la liposuzione o altri interventi di chirurgia estetica. Due sono le tecniche più moderne utilizzate per la chirurgia plastica dei glutei: il lipofilling o lipostruttura e l’utilizzo di protesi di ultima generazione. La raccomandazione, però, comune a tutti gli altri interventi di chirurgia estetica e non, è sempre quella di rivolgersi a uno specialista che operi all’interno di strutture autorizzate ed attrezzate in modo da portare a termine l’intervento in completa sicurezza per il paziente. (Continua dopo la foto)







C’è però un’alternativa alle operazioni chirurgiche per rimodellare i glutei: le iniezioni di filler a base di acido ialuronico. Ma in ogni caso bisogna rivolgersi a uno specialista. Aspetto a dir poco fondamentale che Carolina deve aver sottovalutato, forse per il costo elevato o forse per troppa fiducia riposta. Si è recata in un salone di bellezza e ci ha rimesso la vita: Carolina Andrea Aguirre Castano è morta sotto i ferri all’interno di un salone di bellezza. (Continua dopo le foto)






Sì, ha fatto l’errore, poi rivelatosi fatale, di essersi rivolta a un semplice parrucchiere. L’operazione consisteva nell’impiantare protesi al silicone al sedere ma, come si legge sul quotidiano online locale Noticias Caracol, alla paziente sarebbe stata iniettata una sostanza non identificata. Carolina si è dunque sentita male ed è poi morta in ambulanza mentre il personale sanitario la trasportava d’urgenza all’ospedale più vicino. (Continua dopo le foto)



 

Carolina, che come detto aveva solo 38 anni, lascia due figli. E la sua storia riapre il caso. Già, quello di questa mamma è il “sesto decesso come conseguenza di procedure cosmetiche a Medellin nell’ultimo anno”, secondo quanto riferito dalle autorità colombiane. Dopo il suo decesso il proprietario del centro estetico è stato arrestato e per il momento resta sotto la custodia della polizia. Il salone di bellezza è stato invece chiuso. “Abbiamo un audio delle conversazioni delle persone che hanno fatto questo a mia moglie. Non vogliamo che avvengano altre morti simili. Dovranno rispondere di quello che hanno fatto”, ha detto alla stampa il marito di Carolina Alejandro Uribe.

‘’L’ano è tutto pieno di pus’’. Ha una severissima infiammazione al fondoschiena che, nel giro di qualche tempo, si trasforma in un ascesso dolorosissimo. Per 10 anni Nicola non riesce a sedersi e non sa come accudire i suoi 6 figli. Per uscire da quell’inferno ha solo una possibilità: la chirurgia. Ma ecco cosa succede dopo l’operazione. Che ansia

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it