Sembrava un pupazzo di Halloween, appeso lì, su una recinzione in aperta campagna, per spaventare i passanti. Invece era tutt’altro: e quello che scoprono è peggio di un film horror


 

Orrore in Ohio, dove il corpo senza vita di una ragazza è stato trovato appeso ad un recinzione. A fare la macabra scoperta un gruppo di operai che, in un primo momento l’avevano scambiato per un pupazzo di Halloween. A quanto si sa il cadavere presentava delle “evidenti lesioni”. La vittima sarebbe Rebecca Cade, 31 anni: un’indagine preliminare ha stabilito in un violento colpo alla testa la causa della sua morte. Nelle vicinanze del corpo è stato trovato anche un grande sasso coperto di sangue, molto probabilmente l’arma del delitto.

Una testimone ha dichiarato al Washington Post: “Credevo che si trattasse di un semplice manichino, di uno scherzo realizzato dagli operai che stavano lavorando in un edificio. Poi però ho capito che qualcosa non tornava e se era un manichino le sue fattezze erano troppo corrispondenti al vero”. L’enigma sembra comunque essere arrivato ad un punto di svolta, per il delitto è stato tratto in arresto Donnie Cochenour Jr, 27 anni: il giovane avrebbe ammesso di essere l’assassino e di aver ucciso la ragazza in seguito a una violenta lite.



Ti potrebbe interessare anche: 17enne sgozzato, un folle omicidio tra amore, gelosia e incomprensioni. E quei post su Facebook…