“Brucia tutto: 20mila persone evacuate”. Incendio choc che ha già divorato ettari e ettari di boschi e vigneti. Paura per i pazienti in ospedale che vengono trasferiti in emergenza. Paura per le città, la situazione


 

“Sta bruciando tutto, siamo disperati”. Emergenza fuoco in California, negli Stati Uniti. Una serie di violenti incendi, fomentati da forti venti, sta devastando il territorio a nord di San Francisco, divorando vigneti e foreste. E ha già distrutto almeno 1.500 edifici fra abitazioni e strutture commerciali nella regione vinicola, costringendo 20mila persone all’evacuazione, fra queste 200 pazienti di un ospedale di cui 80 in terapia intensiva. Ci sono numerosi feriti e anche diversi dispersi nel nord dello Stato che viene divorato da violenti incendi: lo ha detto il dipartimento per le foreste e la protezione antincendio dello stato, che non è stato però in grado di fornire ancora alcuna cifra. Le fiamme, che hanno imperversato per tutta la notte, stanno percorrendo otto contee, fra cui quelle vinicole di Napa e Sonoma, ma anche Yuba, Butte e Nevada, ai piedi della Sierra Nevada. Il fumo è nell’aria anche a San Francisco e si sta provvedendo a mettere in sicurezza la città. e questo incendio arriva proprio nel giorno di una nuova offensiva dell’amministrazione Trump contro l’eredità di Barack Obama. Durante un incontro ad Hazard, nel Kentucky il capo dell’agenzia federale dell’ambiente (Epa), Scott Pruitt, ha annunciato che tutto è pronto per rovesciare le politiche messe in campo dall’ex presidente sul fronte della lotta ai cambiamenti climatici, rottamando il ‘Clean Power Plan’ che taglia le emissioni degli impianti a carbone. (Continua a leggere dopo la foto)



“La guerra contro il carbone è finita”, ha detto Pruitt riecheggiando le parole pronunciate tempo fa dal presidente Trump. Il capo dell’Epa domani martedì 10 ottobre, firmerà il ritiro dal piano varato da Obama e di cui il tycoon aveva ordinato la revisione alla fine di marzo. La motivazione è che il provvedimento è frutto di un eccesso di potere da parte dell’ex presidente. “Ecco il messaggio del presidente: la guerra al carbone è finita” ha detto Pruitt alla folla radunata ad Hazard. (Continua a leggere dopo la foto)



 

“Domani a Washington, D.C., firmerò l’atto che ritirerà la legge”, ha aggiunto. I sostenitori del ‘Clean Power Plan’ giudicano questo pezzo di legislazione fondamentale nell’ambito degli sforzi contro il riscaldamento globale, mentre i critici hanno sempre accusato Obama di aver ucciso con tali norme migliaia di posti di lavoro nel settore del carbone.

Ti potrebbe interessare anche: “Evacuate tremila persone”. Mosca, un incendio enorme divora un centro commerciale seminando in poco tempo il terrore. La situazione