Insospettita dai comportamenti della figlia, sbircia di nascosto il suo diario segreto. Così, questa madre fa una scoperta orribile, agghiacciante. Cosa era successo


 

Ha iniziato a sfogliare il diario della figlia di nascosto, sapendo che quest’ultima si sarebbe infuriata nello scoprirla. Ma una serie di comportamenti della ragazza l’avevano non poco insospettita e così questa donna voleva vederci chiaro, capire cosa avesse improvvisamente spazzato via la serenità della sua bambina rendendola schiva e cupa. Tra quelle pagine ecco saltar fuori una verità terribile, atroce, che le ha causato un colpo al cuore. Frugando tra compiti, interrogazioni e frasi delle canzoni, la donna ha infatti letto un’agghiacciante ricostruzione: quella del giorno in cui la figlia era stata violentata più volte all’interno della sua casa di Muskegon, negli Stati Uniti. Una verità che non aveva mai avuto il coraggio di raccontare, preferendo custodire da sola il drammatico segreto. E che alla fine è saltata fuori insieme al nome del responsabile di tanto male, Taylor James Dusen, un ragazzo di 18 anni che la giovane aveva conosciuto lo scorso anno e che aveva portato tra le mura della propria abitazione un giorno in cui era da sola. (Continua a leggere dopo la foto)



Una fiducia tradita nella maniera più crudele da lui che, una volta appurato di essere solo insieme alla giovane, ha iniziato a farle capire di volere un rapporto sessuale. Quando lei ha cercato di sottrarsi, dicendo di non sentirsi pronta, lui ha usato la violenza per raggiungere il suo scopo, abbandonandola poi in lacrime nella sua stanza. Un caso che ha scioccato gli utenti di tutti il mondo: la madre, una volta scoperta la verità, ha subito telefonato alla polizia. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Le indagini sono subito scattate e hanno permesso di confermare quanto letto tra quelle pagine. Davanti all’evidenza dei fatti e delle prove raccolte, Taylor James Dusen, che non aveva precedenti penali, non ha potuto fare altro che confessare, dichiarandosi colpevole di comportamenti sessuali criminali. Il ragazzo dovrà ora affrontare il carcere: la pena, non ancora stabilita, varia da un minimo di 5 anni a un massimo di 25.

“Hanno picchiato il mio amico e mi hanno trascinato in spiaggia…”. Parla la ragazza violentata da quattro uomini, quattro animali, in spiaggia a Rimini. Orrore senza fine. E l’angoscia del compagno