Sesso choc in chiesa: tra i banchi dove solitamente pregano i fedeli, una coppia si lascia andare a un intenso rapporto. Il filmato, puntualmente ripreso, finisce in rete ma quello che succede dopo è ancora più assurdo


 

Che quella del 2017 non fosse proprio un’estate nata sotto il segno della sobrietà lo si era capito ormai da tempo, considerando i tanti avvistamenti a luci rosse degli ultimi tempi, tra coppiette prese di colpo dalla libido e persone di ambo i sessi a girare nude per le città. Ora, ecco arrivare l’ennesimo caso, questo decisamente ben oltre i limiti del buon senso, che sta facendo discutere gli utenti: una pornostar è stata infatti pizzicata a girare un film (ovviamente a luci rosse) all’interno di una chiesa. Tutto è successo in Olanda dove, ironia della sorte, non esistono leggi che puniscono un simile comportamento. Ovviamente il caso ha scatenato un putiferio tra gli internauti, oltre ad aver ovviamente suscitato l’indignazione dei tantissimi fedeli della Chiesa di St.Joseph, a Tillburg, dove è avvenuto lo sconcio episodio. Eppure il giudice ha deciso di non procedere contro i responsabili: non esistono in Olanda leggi contro la blasfemia e non trattandosi di un luogo aperto al pubblico in quel momento mancano anche gli estremi per i reati legati a comportamenti contrari al decoro. (Continua a leggere dopo la foto)







A rendersi protagonista della bravata una disinibita quanto famosa professionista del settore di nome Kim Holland, accompagnata da un muscoloso ragazzo che insieme a lei si era abbandonato a diverse scene di passione. La stessa pornostar aveva poi pubblicato il video sul proprio profilo, scatenando un vero e proprio putiferio aggravato dalla notizia che non ci sarebbero state conseguenze penali né per gli attori né per i produttori del filmato. La ragazza ha però poi deciso, visto il clamore, di rimuovere il filmato dalla rete e dalla disponibilità di eventuali acquirenti. (Continua a leggere dopo le foto)








 

Jan van Noorwegen, prete della chiesa, ha nel frattempo dichiarato al Daily Mail di essere sconcertato per quanto successo. “Cosa ne penso dell’operato del giudice? No, non sono felice di certo di questa decisione. A quanto pare dovremo ormai rassegnarci all’idea che cose del genere possano accadere in luoghi pubblici come un ristorante, una chiesa, un ufficio comunale. Non so veramente dove potremo andare a finire di questo passo”.

Potrebbe interessarti anche: Tutti la conosciamo come ‘Malena la pornostar’, ma prima di entrare nel mondo dell’hard la sua era una vita molto semplice e ordinaria. Che faceva la pupilla di rocco Siffredi? Beh, quando lo saprete rimarrete senza parole

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it