”Gridavano Allah Akbar”. Un altro attentato scuote l’Europa. A sole 24 ore dalla strage di Barcellona torna la paura: passanti accoltellati da tre persone e tanta paura


 

Una persona è stata accoltellata a morte e diverse altre sono state ferite a Turku, nel sud della Finlandia, da un uomo che è stato arrestato dopo essere stato ferito ad una gamba dalla polizia. Lo hanno riferito i media locali. Come detto, il fatto è accaduto nella città finlandese di Turku, capoluogo della minoranza svedese ad ovest del paese. L’attacco è avvenuto nelle vicinanze della piazza del mercato Puutori. Gli agenti di polizia impegnati nei controlli del territorio hanno sparato alle gambe dell’aggressore e, poco dopo, sono riusciti ad immobilizzarlo, ammanettarlo e portarlo via con le sirene spiegate. Testimoni citati da media locali parlano di almeno una persona morta e di sette feriti, ma ancora non c’è un bilancio ufficiale dell’attacco. In strada ci sarebbe un corpo coperto da un lenzuolo. Secondo quanto raccontato dalle persone che si trovavano in strada, l’attentatore correva in mezzo alla strada. Alcuni passanti hanno inoltre affermato che l’uomo avrebbe urlato “Allah Akbar”. E non sarebbe stato solo. (Continua a leggere dopo la foto)







La polizia finlandese ha twittato: “Diverse persone accoltellate al centro di Turku. La polizia ha sparato al sospetto accoltellatore. Una persona è stata catturata”. Secondo la finlandese Yle news, la polizia ha chiesto alla popolazione di non recarsi nel centro di Turku, ancora presidiato dalle forze dell’ordine alla ricerca dei possibili complici in fuga. Secondo la televisione svedese Yle gli aggressori erano tre e gridavano ”Allah Akbar”. Uno dei tre uomini è stato arrestato dopo essere stato colpito alle gambe da alcuni agenti. L’Ospedale Centrale Universitario di Turku conferma che almeno una persona ha perso la vita nell’attacco e parla di almeno sette feriti. (Continua a leggere dopo la foto) 








 

Un testimone racconta che uno degli assalitori ”agiva alla cieca” colpendo chiunque gli si parasse davanti e che diverse persone hanno tentato di bloccare il terrorista. Dopo l’aggressione la polizia finlandese ha annunciato il rafforzamento delle misure di sicurezza all’aeroporto e alle stazioni ferroviarie di Helsinki e ha suggerito ai cittadini di non uscire di casa. Intanto su Twitter le autorità finlandesi invitano gli utenti a fornire informazioni sull’attacco. La polizia indica che sono in corso le ricerche di altri possibili complici.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it