Assurda disavventura ad alta quota: si addormenta in volo, le cuffie nelle orecchie, e non si accorge di quello che gli succede intorno. Al risveglio l’incredibile scoperta


 

Doveva essere soltanto un breve volo, qualche ora da trascorrere comodamente seduto su un sedile in attesa di rientrare a casa dopo un viaggio a Colonia, in Germania. E invece si è trasformato in un assurdo viaggio fatto per caso: colpa di uno scherzo davvero originale del destino che ha fatto sì che quest’uomo, manager di banca che durante il tragitto era stato vinto dalle tentazioni di Morfeo, si risvegliasse ormai quasi negli Stati Uniti, diretto verso Las Vegas. A raccontare quest’assurda vicenda è la testa Metro: lui, il protagonista della storia, si chiama Samuel Jankowksy, ha 29 anni e una moglie di quattro anni più giovane, incinta, che lo attendeva in aeroporto. Doveva volare da Colonia allo scalo londinese di Stansted, per poi raggiungere la sua abitazione a Basildon, nella regione dell’Essex. Il giovane si è addormentato in volo, con le cuffiette, per poi accorgersi di essere in volo di nuovo verso la lontana America. Il tutto nonostante i controlli sulla carta d’imbarco. (Continua a leggere dopo la foto)






“Mi era sembrato strano che quell’aereo così grande potesse essere destinato ad un volo piuttosto breve, ma non mi sono posto altri dubbi. Non sapevo che Eurowings volasse fino a Las Vegas – ha spiegato l’uomo – Mia moglie mi aspettava a casa e col wi-fi di bordo sono riuscita ad avvertirla. La cosa peggiore, però, è avvenuta una volta atterrato a Las Vegas: mi hanno trattato come un criminale perché non avevo il visto. Mi hanno trattenuto in una cella dell’aeroporto per ore e un agente mi ha minacciato: Se non trovi il modo di andare via con un altro volo entro un’ora, sarai arrestato”. (Continua a leggere dopo le foto)








 

Le brutte sorprese per Samuel non erano però finite: una volta in Germania ha anche scoperto di essere stato indicato da Eurowings come persona sgradita e ha dovuto cercare un nuovo volo per la Gran Bretagna, con una compagnia diversa. Dopo una notte in hotel, Samuel ha fatto visita ad un amico a Mannheim e qui ha trovato un volo da Stoccarda. “Oltre ad aver perso tanto tempo, questa svista mi è costata quasi 900 euro. Mi hanno trattato malissimo, ma l’errore è dello staff di Eurowings che ha controllato la mia carta d’imbarco tre volte”, si è sfogato.

Potrebbe interessarti anche: Incredibile disavventura tra le onde del mare: si addormenta sul materassino gonfiabile, cullato dalle onde del mare. Al risveglio, però, si accorge di essere finito molto (ma davvero tanto) lontano, senza cellulare con sé

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it