”Ma che diavolo è?”. Immerge i piedi in mare per rinfrescarsi un po’ ma quando esce non crede ai suoi occhi: piedi e caviglie grondano di sangue e la sua pelle cade a pezzi. La corsa in ospedale e lo choc dei medici: ”Mai vista una cosa del genere”


 

Immerge i piedi in acqua ma quando esce inizia a sanguinare. Sam Kanizay, 16 anni è finito all’ospedale con una forte emorragia negli arti inferiori dopo aver deciso di rinfrescare i piedi nell’Oceano dopo una partita di calcetto. Il fatto è accaduto nella spiaggia di Dendy Street Beach a Brighton, Melbourne, in Australia. “Quando è uscito dall’acqua le caviglie e i piedi di Sam hanno iniziato a sanguinare copiosamente”, ha detto suo padre del giovane, Jarrod Kanizay. ”Qualcosa aveva mangiato la pelle di mio figlio.”. L’esperto di invertebrati marini dell’Università del Nuovo Galles del Sud, Alistair Poore, ha dichiarato di non aver mai visto un caso simile. Poore ha detto al Guardian Australia che i morsi sulla pelle del giovane potrebbero essere stati causati da degli invertebrati marini, probabilmente pidocchi. Anche se ha specificato che sarebbe stato necessario un gran numero di pidocchi di mare per provocare una tale perdita di sangue. “Se si tratta di pidocchi di mare, allora è un esempio mai registrato”, ha rivelato Poore al quotidiano australiano. (Continua a leggere dopo la foto)







Un’altra ipotesi è quella che il giovane si sia imbattuto in una ”colonia” di piccole meduse o pezzi di tentacoli di medusa. Quando Sam è uscito dall’acqua il padre ha cercato di bloccare l’emorragia con alcune bende, ma le ferite erano troppo profonde e l’uomo ha deciso di accompagnare il figlio all’ospedale. Qui, l’equipe medica ha preso in consegna Sam e lo ha curato: quando i medici hanno risciacquato le gambe del giovane hanno visto dei piccolissimi animali uscire dalle ferite. “Non appena abbiamo lavato i piedi di Sam abbiamo visto gli animali – ha detto il medico – C’era una grossa piscina di sangue sul pavimento e questi minuscoli esseri continuavano ad aggredire le parti di pelle che si erano staccate dalle gambe del giovane”. (Continua a leggere dopo la foto)





 

”Nessuno è riuscito a classificare questi ‘vermi’. Abbiamo chiamato esperti di tossicità, biologi marini e altri medici che lavorano a Melbourne ma nessuno è stato in grado di darci una risposta”, ha concluso il medico. Sam è stato curato con antibiotici e medicazioni e dovrebbe riprendersi nel giro di una settimana. Il papà Jarrod è invece tornato in spiaggia per raccogliere informazioni sugli animali che hanno ferito Sam. Ha immerso una rete piena di carne ed è riuscito a catturarli. “Quello che è veramente chiaro è che queste piccole cose amano veramente la carne”, ha detto in un video che mostra i piccoli ”vermi” in un vassoio di acqua mentre divorando pezzi di carne.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it