Ha 18 anni è tutto va alla grande, a scuola la amano, è bellissima, ma nasconde un segreto atroce: è incinta e non lo dice a nessuno. Quello che ha fatto è allucinante, gli agenti sono rimasti sconvolti: “Quello che ha combinato su quel corpicino…”


 

Sembrava che andasse tutto al meglio nella sua vita. Brooke Skylar Richardson è una ragazza di 18 anni dell’Ohaio, negli Stati Uniti. Andava a scuola, era brava ed era anche una cheerleader, una cosa che la rendeva molto popolare e ambita. Tante ragazze guardavano a lei come un esempio da imitare, ma invece nella sua vita è accaduto qualcosa di orribile e mai più nulla per la ragazza sarà lo stesso. Tutto è successo lo scorso maggio quando Brooke, come riportato dalla stampa, ha ucciso suo figlio nel modo più crudele possibile, assassinandolo appena nato e sotterrandolo nel giardino di casa. Poi, ha ripreso la sua vita come se nulla fosse. I resti del piccolo, che era ancora vivo al momento della sepoltura, come hanno confermato analisi mediche, sono stati scoperti nel cortile dell’abitazione della ragazza a Carlisle solo la scorsa settimana, anche se lei non aveva fatto parola con nessuno di quel terribile segreto e di quanto aveva fatto. Una storia agghiacciante che la giovane aveva nascosto, riuscendo anche a non far capire che era incinta per tutti i lunghi mesi della gravidanza, facendo la sua vita di sempre. (continua a leggere dopo la foto)



In tutto il tempo in cui è stata incinta la Richarson è andata a scuola, ha continuato a frequentare i suoi amici e anche con i genitori dissimulava un comportamento di totale normalità. Aveva persino continuato a seguire gli allenamenti da cheerleader. Non voleva assolutamente che si sapesse che il suo corpo conteneva una nuova vita, non lo aveva detto nemmeno al padre del bambino. Poi, è arrivato il giorno del parto. A quanto sembra, ha fatto tutto da sola, il bebè è venuto al mondo e lei è come impazzita, non ha più capito nulla e l’unica via possibile le sembrava l’atrocità di cui si è resa colpevole. Con una lucidità mostruosa ha preso il piccolo, lo ha avvolto. Poi è andata in giardino e lo ha seppellito, ma lui era vivo. “Non ha mai esagerato con l’alcol o fatto abuso di droghe – ha dichiarato Charles Rittgers, l’avvocato difensore della 18enne. (continua a leggere dopo le foto)



 

“Brooke – ha detto il legale – anzi amava i bambini e aiutava quelli affetti da disabilità, non avrebbe mai potuto fare una cosa del genere”. La ragazza, nota per essere una brava studentessa, era in attesa di frequentare il college presso l’Università di Cincinnati. Per questo, l’autorità locale, in attesa dei risultati completi dell’autopsia sul corpo del neonato, è al lavoro per cercare di capire i motivi che l’abbiano spinta a macchiarsi di un crimine simile. Se verrà riconosciuta responsabile del delitto e condannata nell’udienza prevista per l’inizio del mese prossimo, potrebbe restare in prigione fino a cinque anni.

Ti potrebbe interessare anche: ”Il bimbo non nascerà e tu morirai”. È affetta da una rara malattia genetica e i medici le dicono che non potrà mai diventare madre. Lei, però, non ha paura di morire e resta incinta. Il resto della storia vi emozionerà. Coraggio da vendere