Tragedia allo stadio. È successo tutto in pochi secondi. Mentre la partita era in corso. Un dramma. Morti e feriti nel modo più assurdo. E una serata di calcio segnata a lutto


 

Tragedia allo stadio. Una scena tremenda, già vista. E che si è ripetuta ancora una volta in tutta la sua drammaticità. Causando morti e feriti. È di almeno otto, il bilancio delle vittime per la calca che ha fatto crollare un muro al campo di calcio Demba Diop. Siamo a Dakar, la capitale del Senegal. In quei momenti si stava giocando la finale di campionato, in notturna, un incontro importante, Stade de Mbour e l’Union Sportive Ouakam. Ma a un certo punto qualcosa è successo. E sono partiti gli scontri sugli spalti. Praticamente al termine dell’incontro. Si giocava la finale per il campionato. Il punteggio era su 2–1. immediatamente la calca. Innescata dalla gente che non voleva rimanere coinvolta, in mezzo alle tifoserie rivali. Ma il fuggi fuggi del folto pubblico, che riempiva lo stadio, ha provocato il disastro. La polizia ha tentato d’evitare il peggio, provando prima di tutto a sedare la rissa. Anche con sistemi energici. Lanciando pure gas lacrimogeni. Ma non c’è stato niente da fare. Si è generato il panico e nella fuga, il crollo del muro ha provocato la tragedia. (Continua a leggere dopo le foto)



 A quanto pare, con il punteggio fermo in perfetta parità, sull’1-1, proprio sul finire, lo Stade de Mbour ha segnato il gol decisivo, portandosi in vantaggio, a 2-1 nel primo tempo supplementare. Dopo il fischio finale sono scoppiati i disordini, con scontri tra le opposte tifoserie e panico generale. Molti eventi sportivi previsti nel weekend sono stati cancellati. Una tragedia nel Paese, che ha annullato tutti gli avvenimenti sportivi che erano in programma nel fine settimana. Un incontro sportivo, una partita di calcio, che oltre le normali divisioni tra una tifoseria e l’altra, si è invece trasformata in tragedia, con otto persone che hanno perso la vita e molte altre che, a quanto riportano fonti locali, sono rimaste ferite. (Continua a leggere dopo le foto)



 

Non solo per il crollo del muro. Diverse persone sono dovute ricorrere alle cure dei medici anche per gli scontri stessi che ci sono stati tra una fazione e l’altra. E non sono servite in questo, tutte le misure messe in atto dalle forze di sicurezza per evitare che il peggio accadesse. Il panico tra gli spettatori è stata la fatalità, tremenda, che ha portato morte e dolore per otto famiglie. In quello che doveva essere soltanto un semplice incontro di calcio, una serata di svago e divertimento. Una come tante altre. E che invece si è chiusa nel modo più tremendo.

“Alla fine è successo davvero”, panico allo stadio dove si sta disputando Irlanda-Belgio. La polizia ha bloccato tutto per un attimo, la paura del terrorismo sta vincendo: ecco cosa è capitato