“Mamma, esco un attimo”. Sono state le sue ultime parole prima di sparire nel nulla. Passano in giorni e l’allarme cresce fino a quando, per caso, il suo corpo viene ritrovato


 

Un terribile scoperta e una dinamica tutta da chiarire che sembra uscita da un libro di Ellroy che potrebbe essere meno scontato di quanto possa apparire. Tutto risale al fine settimana scorso quando Dean Finocchiaro, un giovane di 19 anni, era sparito misteriosamente alla fine della settimana scorsa insieme ai suoi amici Mark Sturgis, 22 anni, Tom Meo, 21, e Jimi Tar Patrick, 19. La polizia si è immediatamente mobilitata e quello che si credeva in un primo momento è stato confermato, il ragazzo è ritrovato morto mercoledì sera dai cani poliziotto, sepolto a quattro metri di profondità in una fattoria di Solebury Township, a 50 chilometri da Filadelfia, in una fossa comune accanto ad altri resti umani non ancora identificati e che si teme possano appartenere proprio ai suoi compagni. La polizia, a quanto si apprende, non sa ancora quante siano le persone sepolte (sarà necessario l’esame del Dna) e non ha comunicato le cause della morte né in quale stato fossero i cadaveri, ha intanto fermato Cosmo DiNardo, il figlio 20enne di Antonio, proprietario della fattoria: è lui il personaggio-chiave intorno al quale ruota tutta la vicenda. (Continua dopo la foto)



Un uomo conosciuto da tutti in città come mentalmente instabile, appassionato di armi che parla in continuazione di omicidi e della sua voglia di uccidere qualcuno, raccontando anche di aver già assassinato delle persone. Discorsi deliranti che evidentemente nessuno ha mai preso troppo sul serio, conoscendo il suo squilibrio mentale. Ora, però, alla luce di questa tragedia, riporta il Messaggero è diventato il sospettato numero uno. Tutti gli indizi infatti sembrano convogliare su di lui, compreso il fatto che mercoledì ha tentato di vendere a un amico la macchina di uno dei quattro ragazzi scomparsi. Per ora è stato arrestato per questo episodio, ma il procuratore distrettuale della contea di Bucks. (Continua dopo le foto)


 


 

 

Matt Weintraub, ha annunciato di stare procedendo per incriminare Cosmo per omicidio. Dietro la strage, tanti interrogativi a cominciare dalla presenza o meno di un complice, anche se c’è chi ipotizza che l’uomo sia stato “incastrato” da qualcun altro che ha utilizzato il suo terreno per convogliare i sospetti solo su di lui? E ancora: Cosmo, di cui tutti conoscevano le manie omicide, è stato seguito e assistito come avrebbe dovuto o è stato lasciato in balia della propria follia in attesa di una strage annunciata? Sono solo alcune delle domande a cui gli investigatori dovranno dare una risposta.

“Papà, ho appena ucciso due persone”. Una tragedia assurda, senza spiegazione, che ha sconvolto un paese. Prima il brutale omicidio, poi quel messaggio inviato dal telefonino