“Mamma aiutami, mi fa male”. Un attimo di distrazione da parte dei genitori, una bambina di soli 6 anni rimasta sola. Le urla all’improvviso. E ora le famiglie puntano il dito contro quel diffusissimo giocattolo, di nuovo sotto accusa


 

Nell’occhio del ciclone ci era già finito negli scorsi giorni, quando in rete erano comparsi una serie di comunicati da parte delle forze dell’ordine che invitavano le famiglie a prestare la massima attenzione. Parliamo, d’altronde, di un prodotto diffusissimo in tutto il mondo, Italia compresa: il fidget spinner. Indubbiamente il giocattolo del momento, una sorta di piccola trottola con il corpo rotante imperniato su un cuscinetto a sfera centrale, costruita in maniera da poter ruotare mentre viene tenuto stretto tra due dita di una mano. Difficile non essersi già imbattuti nel corso degli ultimi mesi in almeno un esemplare, del passatempo estivo più gettonato del momento, che ha letteralmente spopolato soprattutto tra i più giovani. Un divertimento innocuo, verrebbe da pensare. E invece dalla Russia ecco arrivare l’ennesimo allarme, un caso che ha fatto discutere non poco. Protagonista una bambina di soli sei anni che si è ritrovata con il dito improvvisamente intrappolato all’interno del gadget, non riuscendo a estrarlo. E che ha rischiato di perderlo anche perché, spaventata, non ha pensato subito ad avvertire i genitori. (Continua a leggere dopo la foto)








Quando mamma e papà hanno finalmente capito che qualcosa non andava in lei, vedendola sofferente, e hanno controllato la mano hanno subito chiamato i pompieri, che si sono precipitati nella casa della famiglia, a Kostroma nel sud del paese, e sono riusciti a sbloccare il giocattolo dopo ben tre ore di fatiche, assistiti dal personale medico successivamente allertato. Non è ancora stata chiarita con precisione la dinamica dell’accaduto, ma il caso ha subito ottenuto un grande eco mediatico in rete. Vista la diffusione del fidget spinner, infatti, sono tantissimi i genitori preoccupati che casi del genere possano ripetersi. (Continua a leggere dopo la foto)






 

Negli scorsi giorni un caso simile aveva visto un fidget spinner prendere improvvisamente fuoco mentre si trovava in carica. Un genitore aveva sentito puzza di fumo e si era accorto del rogo appena in tempo. Anche in Italia era scattato un allarme, diramato dalla Guardia di Finanza, sui rischi derivanti dall’acquistare prodotti contraffatti e non conformi alle norme di sicurezza internazionali. Il rischio, nonostante l’aria innocua del giocattolo, è che i bambini piccoli possano farsi male sul serio, come dimostrato proprio da quest’ultimo caso avvenuto in Russia.

Di sicuro è il giocattolo dell’estate, quella piccola trottola che vediamo sempre più spesso in mano a ragazzi di ogni età. Ora, però, le autorità puntano il dito contro il Fidget spinner

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it