Morto al-Baghdadi. L’annuncio che ha sorpreso il mondo: a morire è l’uomo più temuto degli ultimi tempi. Ora è il momento dell’incognita: che succederà? Tutti gli aggiornamenti


 

Militanti dell’Isis hanno annunciato che il leader del gruppo, Abu Bakr al-Baghdadi, è morto. Lo riferisce la tv irachena Alsumaria, citando una fonte nella provincia irachena di Ninive, quella in cui si trova Mosul. Secondo la fonte, i jihadisti dell’Isis hanno diffuso un breve comunicato che annuncia la morte del califfo. Il comunicato parla anche “dell’imminente annuncio del nome del nuovo califfo”. La fonte ha aggiunto che l’Isis “ha dato ordine ai suoi miliziani di restare nelle loro posizioni”. L’emittente ha citato poi un’altra fonte della provincia di Ninive, che ha preferito restare anonima, secondo cui “nel distretto di Telafar, a ovest di Mosul, si sta assistendo a un golpe interno dell’Isis che mira a risolvere il contenzioso tra i suoi vertici esecutivi, i quali attendevano che fosse confermata la morte del loro leader per avventarsi sui loro avversari”. Nel distretto si sta poi assistendo a una “vasta campagna di arresti tra i sostenitori di al-Baghdadi guidata da elementi di spicco arabi e stranieri che detengono il potere esecutivo a Telafar”, ha detto la fonte, la quale prevede nel distretto “rapidi sviluppi nelle prossime ore, poiché l’atmosfera pesante potrebbe portare a una sanguinosa lotta intestina tra i vertici dell’organizzazione”. (Continua a leggere dopo la foto)







L’annuncio ha però suscitato anche delle perplessità e dei sospetti notevoli tra li organi di stampa: secondo gli esperti l’annuncio presenta infatti non poche incongruenze. Un evento di tale portata, infatti, dovrebbe essere comunicato attraverso il media center ufficiale del Califfato, Al Furqan, o almeno dall’agenzia Amaq. Mancano inoltre informazioni sul luogo dell’uccisione di Baghdadi e prove fotografiche. Alcuni analisti ipotizzano che con la caduta di Mosul e la decimazione della leadership dell’Isis si sia aperta una lotta intestina per guidare ciò che resta del Califfato. La fonte che ha annunciato la morte di al Baghdadi potrebbe voler lanciare un suo “candidato” per la successione. (Continua a leggere dopo la foto)




 


 

Il Califfo era stato dato più volte per morto o ferito negli ultimi anni, ma le notizie non erano mai state confermate. L’ultimo annuncio di questo tipo era stato fatto dalla Russia il 16 giugno scorso, quando disse di avere forse ucciso il capo dell’Isis in un raid a sud di Raqqa, in Siria, il 28 di maggio. Ma successivamente le autorità di Mosca avevano ammesso di non avere le prove di quanto affermato e anche la coalizione anti-Isis a guida Usa aveva dichiarato di non potere confermare la notizia.

Isis, jihadisti contraggono l’Aids dalle “schiave del sesso”. Ma per loro il califfo ha deciso una morte più “utile alla causa”…

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it