Lo hanno già ribattezzato “il Paradiso della trasgressione”. A frequentarlo però sono soprattutto minorenni che non vedono l’ora di perdere il controllo. E la polizia, disperata, ora passa alle maniere forti


 

In teoria la meta prediletta dai surfisti in tenera età da ogni parte del mondo, uno dei luoghi che meglio si presta al mondo alle acrobazie sulla tavola in mezzo al mare. In realtà, però, una location diventata tristemente famosa per le follie notturne messe in atto da ragazzi che non hanno ancora raggiunto 18 anni e che hanno trasformato di fatto Newquay, in Cornovaglia, in una sorta di Paradiso della trasgressione per minorenni. Una tendenza che la polizia del luogo ha però deciso di stroncare prima che potesse diffondersi troppo, attirando migliaia di ragazzini da ogni parte del mondo. E così, come riporta il Daily Mirror, ecco che gli agenti sono passati alle maniere forti, perquisendo le stanze degli avventori per passare poi al sequestro di bottiglie di alcolici, su tutti l’immancabile vodka, venduta ai giovanissimi nonostante gli espliciti divieti della legge. L’operazione Exodus, questo il nome scelto per la serie di interventi attuati, sta già iniziando a dare i propri frutti: diversi locali hanno infatti aderito all’iniziativa di servire solo ed esclusivamente cocktail analcolici dopo la mezzanotte, così da disincentivare la voglia dei giovani di far tardi e ubriacarsi. (Continua a leggere dopo la foto)



A lanciare l’allarme dall’inizio dell’estate erano stati proprio i residenti di Newquay, preoccupati all’idea che le tante bravate potessero macchiare il buon nome della loro città che vanta tradizioni molto antiche e decisamente assai più sobrie. Per questo sono stati anche messi al bando i cosiddetti “mankini”’, il costume provocatorio e che di fatto copre davvero poco del corpo indossato da Sacha Baron Cohen in “Borat”, qui popolarissimo alle feste e lungo il corso al sabato sera. Un elemento che ledeva al decoro pubblico e che quindi è stato severamente vietato. (Continua a leggere dopo la foto)


 


 

I ragazzi provenienti da ogni parte d’Europa, Italia compresa, sappiano perciò che non troveranno esattamente un clima disteso e rilassato: gli agenti si preparano a pattugliare le strade dopo il calar del sole per far rispettare la legge, che prevede severissime sanzioni per atti osceni in luogo pubblico, disturbo della quiete e via dicendo. E invitano i visitatori a godere le onde del mare per poi andare a letto senza andare a caccia di guai: “Questi fenomeni purtroppo spesso si diffondono per imitazione. Ma faremo di tutto per evitare che possano diffondersi”.

L’ultima frontiera dell’eros, un’app che permetterà di soddisfare ogni desiderio e voglia di trasgressione. E che, ovviamente, sta già facendo discutere parecchio gli utenti. Come funziona