Isis oltre ogni forma di orrore: neonato imbottito di tritolo e fatto esplodere, usato per esercitazione di jihadisti


 

Non ci sono più aggettivi per descrivere l’orrore dell’Isis. Fa esplodere un bebè per addestrare le reclute. Orrore a Dyala, la provincia dell’Iraq ai confini dell’Iran, dove Sadiq el-Hussein, capo dei comitati per la sicurezza locali anti-Isis, rivela che venerdì scorso i miliziani del Califfo hanno imbottito un neonato di esplosivo e lo hanno fatto esplodere.

(continua dopo la foto)







Per el-Hussein, intervistato da Al Sumeriah News, si è trattato di “una esercitazione” durante l’addestramento di un gruppo di jihadisti dello Stato Islamico a “nuove tecniche per l’uso di esplosivi”. Il padre del bambino era stato giustiziato in precedenza con l’accusa di aver ucciso un seguace del Califfo, Abu Bakr al-Baghdadi.

Ti potrebbe anche interessare: Anche l’Egitto piegato dal terrorismo, 72 morti in attentati Isis. “Siamo in guerra”

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it