“È terrorismo”. Un uomo ucciso, una donna presa in ostaggio e tre poliziotti feriti durante il blitz. Questa volta decidono di colpire un condominio. I dettagli dell’attacco e l’Isis rivendica


 

Un uomo ucciso, una donna presa in ostaggio e tre poliziotti feriti. L’Isis colpisce ancora. Questa volta in Australia. Succede tutto in un condominio nel distretto di Brighton a Melbourne. Come riporta Repubblica, nella sparatoria che è seguita a un negoziato tra l’attentatore e la polizia sono rimasti feriti tre agenti. Il killer, Yacqub Khayre, di origini somale, è stato poi ucciso ma non prima di aver telefonato a un canale televisivo locale affermando di agire “in nome di al Qaeda e dell’Isis”. Più tardi è arrivata la rivendicazione del Califfato che attraverso la sua ‘agenzia’, l’Amaq, ha affermato che il killer “è uno dei nostri soldati”. Se, sulle prime, non v’era certezza della pista terroristica, poi la polizia australiana e lo stesso primo ministro hanno confermato che si è trattato di “un atto terroristico”. Da quanto trapelato, inoltre, è stato possibile accertare che il presunto terrorista era conosciuto dall’intelligence australiana perché già incriminato per aver progettato un piano d’attacco contro una base militare a Sydney. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Un anno fa, poi, era stato rilasciato “sulla parola” dalla prigione dove era detenuto con un provvedimento della magistratura che, ora, è al vaglio dello stesso governo di Canberra. Nel dettaglio, alle forze dell’ordine è arrivata la segnalazione di un’esplosione nel condominio di Bay Street. Lì, stando alle informazioni raccolte dai media australiani, l’attentatore aveva preso in ostaggio una donna chiamata attraverso un servizio di escort. Appena avvenuto il sequestro, poi, un dipendente di quel complesso residenziale ha tentato di aiutarla ma è stato ucciso. Durante il sequestro, inoltre, il killer ha chiamato l’emittente Channel Seven News di Melbourne e annunciato: “Questo è per lo Stato Islamico, questo è per al Qaida”. (Continua dopo le foto)


 


 

La polizia, subito accorsa sul posto, ha assediato il condominio per alcune ore nel tentativo di intavolare una trattativa col presunto terrorista, ma alla fine gli agenti hanno fatto irruzione, liberando l’ostaggio e uccidendo il sequestratore. Nel blitz alcuni poliziotti sono rimasti feriti anche se non è ancora chiaro se siano stati colpiti durante l’irruzione o se il presunto terrorista abbia sparato contro di loro quando è arrivata la prima pattuglia sul posto.

Attentato a Londra. È lei la prima vittima, l’hanno identificata: giovane, bella e con un sogno che, purtroppo, non riuscirà a realizzare. Il ricordo dei familiari: ”Era una ragazza dal cuore d’oro”