“Una strage di bambini”. Il bus prende fuoco all’interno di una galleria. Il bilancio è agghiacciante: morti 11 piccoli passeggeri e l’autista. “Stavano andando in gita”, scriverà qualcuno poco dopo. Cosa è successo


 

Una strage, così può essere descritto senza mezzi giri di parole l’incidente di un bus di linea contenente alcuni bambini, probabilmente impegnati in una gita scolastica. Il bilancio è agghiacciante, dodici persone sono morte nel rogo di un piccolo pullman avvenuto all’interno di una galleria. Il bilancio purtroppo è solo provvisorio. Questa mattina attorno alle 9, secondo le prime informazioni, un pullman di piccole dimensioni avrebbe preso fuoco all’interno di una galleria a Weihai, una cittadina nella provincia cinese di Shadong. Il bus si è incendiato per motivi ancora da accertare. In ogni caso l’incendio ha inghiottito velocemente il mezzo, uccidendo 11 bambini e l’autista. 10 dei bambini morti erano di nazionalità sud coreana, uno cinese. Un insegnante è rimasto ferito in modo grave. A riportare la terribile notizia, l’agenzia locale cinese Yonhap, che ha riferito quanto avvenuto dopo averlo appreso da parte dell’ambasciata sudcoreana a Pechino. Terribili poi le immagini finite sui social scattate dai passanti direttamente dal luogo del disastro: “Quello che finora sappiamo è che l’incidente è avvenuto mentre il bus stava dando un passaggio ai bambini attraverso il tunnel” è stato comunicato. (Continua dopo la foto)








“Non è ancora chiaro come si sia sviluppato l’incendio, ma sicuramente ci sono almeno dieci morti, e anche l’autista, mentre l’accompagnatore dei bambini (l’insegnante di cinese che accompagnava la comitiva di bambini, ndr) ancora non compare fra le vittime dell’incendio, ed è disperso. Lo stiamo cercando”. Sempre oggi poi, nel nord della Tanzania, almeno 31 persone, tra cui diversi alunni e tre insegnanti, sono morti dopo che l’autobus scolastico sul quale viaggiavano è precipitato nella gola di Marera, situata a 150 chilometri dalla città di Arusha. (Continua dopo la foto e il video)

 

Secondo quanto riferiscono le autorità locali, il bus con 35 persone a bordo era partito da Arusha questa mattina presto per portare gli studenti a sostenere degli esami nella township di Katuthura e, una volta terminati, era in programma un’escursione nel cratere di Ngorongoro. Due tragedie vere e proprie che ricordano in qualche modo un dato statistico allarmante e sempre in aumento: i mezzi gommati, la prima causa di morte del XXI secolo. 

Ti potrebbe anche interessare:  “Non riesco ancora a crederci. Prego per un miracolo”. La terribile rivelazione della star della televisione, distrutta dopo la notizia di un violento incidente stradale che ha coinvolto l’adorata sorella

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it