“Ma cosa sei, un dalmata?”. Una bambina bellissima, sorridente. Con una voglia scura sul viso che spinge i compagni di scuola a prese in giro e scherzi continui. Lei, però, non si abbatte


 

Fin da piccola quando gli estranei la incontravano rimanevano stupiti nel guardarle il viso, convinti che avesse un bizzarro tatuaggio fatto volontariamente. E invece quella macchia scura che dal naso arriva alla fronte altro non era che una voglia ereditata fin dalla nascita, un segno indelebile che da sempre questa ragazza di nome Mariana Mendes, originaria della città di Juiz de Fora in Brasile, si porta dietro orgogliosa. Ignorando, negli anni, le prese in giro e i soprannomi dei compagni di scuola, arrivati a definirla “la strana” e “il dalmata” tra i banchi e tirando dritta per la sua strada a testa alta. All’età di cinque anni la madre l’aveva fatta sottoporre a un intervento chirurgico per ridurre la grandezza di quel segno distintivo ingombrante, ma la giovane alla fine ha imparato a convivere: “Mi sento diversa dagli altri, unica. E più bella. E sono riuscita a coronare il mio sogno, quello di lavorare nel mondo della moda nonostante lo scetticismo generale che mi circondava”. (Continua a leggere dopo la foto)







 

A raccontare la storia di questa coraggiosa ragazza è stato il tabloid britannico Metro. “Se anche oggi mi dicessero che esiste un sistema sicuro ed efficace per cancellare per sempre la voglia nera dal mio viso, io mi rifiuterei. Non voglio sbarazzarmene, mi piaccio come sono e non mi cambierei con nessun altra persona al mondo”. (Continua a leggere dopo la foto)






 



 

Mariana ha deciso di rendere pubblica la sua storia così da incoraggiare altre persone come lei ad affrontare a testa alta le avversità quotidiane, senza curarsi troppo dei giudizi degli altri. “Quando mi guardo allo specchio non penso affatto di essere sfortunata. Piuttosto, mi sento come benedetta”.

“Via presto, è arrivato il rinoceronte”. Pesa quasi 120 chili e ogni volta che i compagni la vedono scattano prese in giro e umiliazioni di ogni tipo. E così Eva, stanca di quella vita, si mette a dieta decisa a cambiare

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it