Spara a un anziano in diretta. L’orrore corre sulla rete. Ha puntato dritto la pistola contro l’uomo e l’ha ucciso. Poi è scappato. Adesso è panico. “Fate attenzione, è armato e pericoloso”


 

Uccide uomo in diretta. L’orrore corre sulla rete. È successo negli Stati Uniti, a Cleveland. Un video raccapricciante. Steve Stephens, 37 anni, è l’uomo che ha trasmesso la sparatoria via social, su Facebook, e adesso è ricercato. Si tratta di un afroamericano, robusto, calvo e con una folta barba. Vittima, un anziano di 74 anni, Robert Goodwin. A quanto appurato, pare che la vittima sia stata travolta accidentalmente della furia omicida dell’uomo, probabilmente in preda a un raptus. Nel video, il killer ammette la responsabilità per più di “Dodici omicidi”. Tuttavia, dalla polizia fanno sapere di non avere informazioni sugli altri delitti segnalati. Inizialmente si pensava che avesse trasmesso in diretta le immagini dell’uccisione, si è capito poi che è stato caricato in un secondo momento. La pagina Facebook di Stephens è stata disattivata. Ma resta la paura. Secondo gli agenti che lo stanno cercando, il 37enne è armato e pericoloso. In fuga, pare, a bordo di una Ford Fusion bianca. Il video, impressionante, è rimasto online su Facebook per circa tre ore, poi è stato rimosso. (Continua a leggere dopo la foto)







 

Ospedali, ma anche campus universitari sono stati messi in allarme, dal momento che si va delineando il profilo di un uomo in preda alla follia omicida. È massima all’erta. L’uomo agirebbe in preda alla cieca rabbia. Infatti, nelle immagini afferma d’essere fuori di sé per colpa di una donna. Quindi le sue reazioni sono imprevedibili. Il video è rimasto visibile su Facebook per circa tre ore, poi è stato rimosso. (Continua a leggere dopo le foto)






 



 

 

“Si tratta di un crimine orrendo – hanno commentato dal social network – non consentiamo questo tipo di condotta su Facebook”. Tolte le immagini, la preoccupazione è quella di riuscire a catturarlo. Il sindaco di Cleveland, Frank Jackson, ha rivolto un appello pubblico all’uomo in fuga, affinchè si consegni spontaneamente alle autorità. “Qualsiasi problema Stephens stia vivendo – ha detto il sindaco possiamo parlarne”. Stesso appello rivoltogli anche dalla polizia, che lo ha pure sollecitato a “non fare del male a nessun altro”.

“Papà, ho appena ucciso due persone”. Una tragedia assurda, senza spiegazione, che ha sconvolto un paese. Prima il brutale omicidio, poi quel messaggio inviato dal telefonino

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it