“Che schifo, davvero terribile”. Un uomo arriva alla stazione con un borsone rosso, guardandosi intorno nervoso. Un vigilante lo nota, si avvicina ed ecco l’orribile scoperta


 

Una storia davvero terribile, un caso disgustoso che sta facendo il giro del web e che è subito stato ripreso da tutte le testate del Regno Unito, dove la vicenda è andata in scena. Protagonista un uomo di 46 anni di nome Samir Rignall, un pedofilo che aveva abbordato in una chat una ragazzina di soli 14 anni convincendola, dopo una lunga serie di scambi di messaggi diventati sempre più espliciti, a un incontro faccia a faccia alla stazione di Hereford, in Inghilterra. Proprio lì, mentre attendeva la sua vittima, è stato però intercettato da un vigilante che lo ha ripreso e filmato, contribuendo così alla sua identificazione e al successivo arresto da parte delle forze dell’ordine che nelle ultime settimane avevano messo sotto controllo le sue comunicazioni. Il tribunale di Worcester condannerà ora Samir, che ha ammesso durante il dibattimento le sue colpe ed è in attesa di conoscere l’entità della sentenza. A fare scalpore sono soprattutto le conversazioni avute tra il pedofilo e la ragazzina. (Continua a leggere dopo la foto)







 

In una di queste, in un crescendo di doppi sensi e richieste esplicite, Samir inviava infatti la foto di un vibratore viola alla giovane chiedendole poi: “Ti piace il mio giocattolino? Potremmo anche usarlo insieme se ti va”. L’uomo aveva poi aggiunto di aver avuto già in passato relazioni con minorenni, per la precisione altre 5, e di trovare il tutto “eccitante”. (Continua a leggere dopo la foto)






 



 

Dall’altra parte della chat non c’era però davvero una ragazzina ma un vigilante che lotta in rete per identificare i pedofili e denunciarli e che l’ha aspettato poi alla stazione, dove Samir si era presentato con un borsone all’interno del quale aveva preparato una serie di sex toys da usare con la vittima. Il web ora celebra l’uomo che, col suo coraggio, è riuscito a fermare il maniaco.
“Ecco cosa voglio fare con te, non ti farò male”. La chat choc del pedofilo: lui 44 anni e lei 12enne. Riesce a convincerla a incontrarsi. Cosa è successo (attenzione, i messaggi potrebbero urtare la sensibilità di qualcuno)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it