Tragedia dell’aria. Aereo precipita sulle case, 30 morti. Almeno 6 bambini tra le vittime


 

Momento nero per i trasporti aerei, dopo la fine della “Chape”, la squadra di calcio brasiliana precipitata mentre stava andando a giocare la finale di coppa sudamericana, una nuova tragedia scuote i cieli. Il dramma, stavolta, si è consumato dall’altra parte del mondo in Kirghizistan, dove un velivolo è caduto causando la morte di 32 persone. L’incidente si è verificato nei pressi dell’aeroporto internazionale di Manas a Bishkek. L’aereo, di una compagnia turca, è caduto sulle case circostanti, cosa che rischia di aumentare il numero delle vittime. Il veivolo era partito da Hong Kong ed caduto a pochi minuti dall’atterraggio. Si parla di 32 vittime dell’incidente e secondo le prime notizie sarebbero più che altro persone del posto che erano impegnati nelle loro faccende quotidiane. Ci sarebbero tra i morti anche 6 bambini. Le notizie che arrivano sono ancora frammentarie. Naturalmente ancora sono sconosciute le cause che hanno portato al disastro, anche se sembra da escludersi la pista terroristica almeno per le modalità in cui è avvenuto l’incidente. (Continua dopo la foto)






A questo punto due altre potrebbero essere le causa che hanno provocato il terribile impatto: o un errore umano oppure le cattive condizioni del tempo che hanno fatto perdere l’orientamento al conducente e hanno portato a una atterraggio prima del previsto. Naturalmente una serie di inchieste in merito al disastro sono state già aperte dagli inquirenti locali. Intanto si starebbe cercando di trovare la scatola nera così da analizzare gli ultimi momenti vissuti sull’aereo prima dell’impatto fatale in cui hanno perso la vita 32 persone.

(Continua dopo le foto)






 



 

L’aereo batteva bandiera della Turkish Airlines ed era diretto ad Istanbul. Un nuovo dolore per la Turchia a poche settimane dall’attentato terroristico che nella notte di capodanno ha insanguinato Instanbul, sempre più bersaglio dell’Isis, sempre più porta tra l’oriente il mondo occidentale.

“Cacciatelo subito via dall’aereo!”, attimi di tensione durante il volo per New York. Un uomo comincia a parlare arabo e le persone intorno a lui si insospettiscono. Quello che succede dopo è pura follia: “Non posso davvero credere ai miei occhi”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it