“Mi hanno portato via mia figlia, ho perso ogni speranza”. Una donna si traveste da infermiera e rapisce la piccola appena nata, dopo 18 anni però l’incredibile verità. Una storia agghiacciante che vi lascerà col fiato sospeso


 

È stata ritrovata viva dopo 18 anni una bambina rapita da una falsa infermiera nella maternità di un ospedale otto ore dopo la nascita. Lo ha annunciato la polizia di Jacksonville, in Florida, dove era avvenuto il sequestro, riferiscono i media americani. Le autorità hanno arrestato in Carolina del Sud una donna di 51 anni, Gloria Williams, che la 18enne aveva sempre considerato sua madre. La vicenda è stata risolta grazie a una soffiata, ha spiegato la polizia, aggiungendo che l’identità della giovane rapita è stata confermata dalla prova del Dna. Tuttavia, dato che la ragazza è ormai maggiorenne, spetterà a lei decidere se contattare o meno la sua famiglia biologica. La vera madre, che aveva 16 anni quando l’ha messa al mondo, non ha mai smesso di cercare la figlia Kamiyah Mobley, rapita nel luglio 1998. La polizia ha riferito che la giovane ha vissuto finora con un altro nome. La Williams si era infilata una divisa molto simile a quella delle infermiere e si era attaccata al bavero una tessera di riconoscimento girata alla rovescia, per cui sembrava anche lei un’impiegata. Raccogliendo decine di testimonianze la polizia ha poi scoperto che la donna si trovava nell’ospedale da moltissime ore, ed era riuscita a non sollevare sospetti grazie al suo abbigliamento. (Continua dopo la foto)







Evidentemente – ne hanno dedotto gli inquirenti – era alla precisa ricerca di un neonato da rapire, e aveva preparato un piano con grande accuratezza. La polizia inseguì allora ben 2000 segnalazioni, e la Cnn offrì una ricompensa di 250.000 dollari per chi avesse dato informazioni sul rapimento. Ma di Kamiyah si persero le tracce. Non esistevano foto della bambina, che era nata alle sette del mattino ed era stata rapita esattamente otto ore più tardi, e non esistevano neanche foto o video della rapitrice: l’unica telecamera di controllo allora nell’ospedale di Jacksonville era guasta.

(Continua dopo le foto)








 

Ma in queste ultime settimane, il Centro nazionale dei bambini scomparsi ha ricevuto una segnalazione che è apparsa verosimile. Il Centro l’ha passata alla polizia, che ha cominciato a indagare nello Stato della Carolina del sud. La polizia non ha chiarito il contenuto della segnalazione, né come sia riuscita a trovare la casa della rapitrice. Ma ha confermato di aver arrestato la 51enne Gloria Williams, nella cui casa è stata trovata una diciottenne in ottima salute, che è caduta dalle nuvole quando ha scoperto che non era veramente figlia di quella sua “mamma”. Il test del Dna ha confermato: quella giovane era la figlia di Shanana.

Ti potrebbe anche interessare: “L’hanno rapita nel suo letto”. Bimba di 4 anni scompare di casa, ma dopo qualche ora la scoperta choc: “Ecco le immagini mentre quell’uomo la porta via”. Paura ed apprensione: “Chiunque sappia qualcosa parli, 3mila euro per ogni informazione utile”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it