Terremoto in Nepal, accertati 2 morti italiani. Ansia per altri 5


 

Continua a crescere il bilancio del sisma che ha devastato il Nepal. Secondo gli ultimi bilanci, le vittime sono già più di 3.600 e i feriti almeno 7 mila. A questi si aggiungono un centinaio di persone che hanno perso la vita nei paesi vicini, tra i quali India e Cina. Nel tragico bollettino di morte anche due italiani, Renzo B. e Marco P., travolti da una frana staccatasi dalla montagna, mentre erano impegnati a 3.500 metri in un trekking nella Rolwaling Valley. Lo hanno riferito due loro compagni di spedizione che si trovano in ospedale. Una di loro, Iolanda M., è ferita, mentre l’altro, Attilio D., è illeso.

 

(Continua dopo la foto)







Intanto, ha chiamato a casa Fiorella Fracassetti , la 39enne di Bergamo che risultava dispersa dopo il sisma: questa mattina è arrivata una telefonata nella quale Frassetti ha tranquillizzato i genitori. Risulta ancora disperso un 24enne veronese, Giovanni Cipolla. Come riferisce L’Arena, l’ultimo contatto dei familiari con il giovane scalatore risale a poche ore prima del terremoto che ha sconvolto il Paese. Il 24enne sarebbe stato proprio a Kathmandu, la capitale. Salvi anche i due fanesi con la passione per l’alpinismo, partiti da alcuni giorni per una vacanza. Pietro Marcucci, 49 anni, titolare di una gioielleria nel centro storico di Fano, e Luca Cantiani, 50 anni, sono riusciti a mettersi in contatto con le famiglie. Erano partiti il 16 aprile e sarebbero dovuti rientrare a Fano il 10 maggio.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it