Disastro aereo, ecco perché è successo: non è stato rispettato regolamento


 

‘’Ci sono delle procedure su come il pilota, in fase di volo, esce dalla cabina e ne rientra, ma a volte non vengono seguite con rigore’’. A parlare è un comandante che si dice sconvolto da quello che è accaduto all’Airbus A320. Secondo il regolamento, infatti, ‘’per tutto il volo i piloti devono stare in cabina con la porta blindata chiusa, in modo che nessuno, in ipotesi un terrorista o un pazzo, – spiega il comandante – possa entrare. All’atto pratico, uno dei piloti può assentarsi per andare al bagno. In questo caso deve avvertire un assistente di volo, che entra in cabina e prende il suo posto, in modo che all’interno non rimanga mai una sola persona. Questo per il caso che il pilota che resta ai comandi si senta male’’.

(Continua a leggere dopo la foto)



Secondo la ricostruzione, mentre il pilota dall’esterno cercava di rientrare, il copilota ha impostato i sistemi di bordo per iniziare una discesa. Il controllo del traffico aereo a terra si è messo in contatto con l’Airbus A320 per sapere che cosa stesse accadendo, considerata la discesa anomala, ma non ha ricevuto nessuna risposta. Nell’audio della scatola nera, dicono i magistrati francesi, si sente chiaramente il respiro del copilota, che era quindi vivo fino al momento dell’impatto con il versante della montagna e che non ha mai comunicato a terra, né ha impostato codici di emergenza. Negli ultimi minuti si sentono diversi colpi alla porta della cabina di pilotaggio, con il comandante che evidentemente prova a rientrare per riprendere i comandi. Un portavoce di Germanwings ha chiarito che il comandante dell’aereo non ha fatto nulla di strano lasciando la cabina di pilotaggio: è previsto che possa farlo per particolari necessità, come per esempio andare in bagno. Germanwings ha pubblicato un tweet dicendo di essere “sconvolta” da quanto concluso dalle autorità francesi.

Potrebbe anche interessarti:

28 anni e il sogno di volare: ecco chi era Andreas, il copilota responsabile del disastro aereo