Isis, da gennaio reclutati e addestrati 400 bambini. Gli esperti: “Ecco perché scelgono i più piccoli”


 

Il reclutamento dei bambini da parte dell’Isis continua a crescere. Si stima che dal primo gennaio 2014 siano stati “adescati” circa 400 tra bambini e adolescenti, formando un apposito battaglione in Siria denominato Ashbal al-khilafah, “cuccioli di leone del Califfato”. La denuncia arriva dall’Osservatorio siriano per i diritti umani, ong con sede a Londra che conta su un’ampia rete di attivisti in tutta la Siria. In difficoltà sul piano militare e nel reclutamento di adulti, lo Stato islamico sembrerebbe puntare sempre di più su giovani e giovanissimi da mandare a combattere.

(continua dopo il video)

 

I gettoni di pagamento utilizzati dai reclutatori dell’Isis per attrarre i più piccoli sarebbero soprattutto soldi, armi e automobili. L’idea di una vita da “macho”, un’autostrada verso la conquista di donne e potere. Stando alle testimonianze raccolte dall’Osservatorio, per il reclutamento di minori l’isis ha aperto uffici di Ashbal al-khilafah in diverse città della Siria, a cominciare da Al-Bukamal e Al-Mayadin. Gli uomini di Al-Baghdadi non farebbero molte distinzioni per il reclutamento: i bambini inadatti al combattimento, magari per via di qualche “problema fisico”, verrebbero utilizzati come spie e agenti per raccogliere informazioni, oppure come “messaggeri”.

(continua dopo la foto)







L’unico dato positivo di tutta questa storia è che l’Isis comincia ad avere difficoltà in termini di adesione di combattenti adulti: dall’inizio dell’anno e fino al 23 marzo sarebbero “solo” 120 i nuovi jihadisti di tutte le nazionalità che si sarebbero uniti all’Isis, i cosiddetti “foreign fighters“. Un numero molto inferiore rispetto a qualche mese fa. Ed è forse proprio per questo che il Califfato sta puntando tutto sui bambini.

Ti potrebbe anche interessare: “Il nostro martire più giovane”. L’Isis e i baby testimonial del terrore

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it