Sfilano in minigonna per dire basta agli stupri, ecco la protesta degli uomini in Turchia


“Indossiamo una gonna per Ozgecan”. Lei è una giovane donna, Ozgecan Aslan appunto, uccisa e bruciata ad appena 20 anni a Mersin, in Turchia, dopo aver resistito al tentativo di stupro da parte dell’autista dell’autobus su cui viaggiava. Quello slogan è invece il nome del movimento di protesta nato contro la violenza sulle donne da un gruppo di uomini che hanno sfilato per Instanbul con la minigonna.

Insomma, non tutti in Turchia sono dei pazzi violentatori. “Se questo indumento è il responsabile di tutto, se basta indossare un abito più corto per essere immorali, se una donna che indossa una minigonna manda dei segnali sessuali e provoca quello che poi è successo a lei, allora anche noi mandiamo questi segnali”, si legge nella didascalia di una foto postata da un manifestante su Facebook.

Ti potrebbe interessare anche: Turchia, ennesimo stupro. Ma Erdogan: “Dio ha affidato le donne agli uomini”