Libia, allarme dei servizi segreti: l’Isis sta già organizzando l’invasione, terroristi nei barconi


Mentre in ambito Nazioni Unite si cerca una soluzione rapida per contrastare le forze Isis in Libia, arrivano notizie preoccupanti per i paesi dell’Europa meridionale, Italia compresa. Secondo il Daily Telegraph, che fa riferimento a documenti segreti dei jihadisti “l’Isis attaccherà il sud dell’Europa”. I guerriglieri islamisti vogliono utilizzare la Libia per portare “il caos nel sud dell’Europa” e a tal fine vuole infiltrarsi sui barconi di immigrati nel Mediterraneo e attaccare “le compagnie marittime e le navi dei Crociati”. I piani segreti dell’Isis contro il sud dell’Europa sono contenuti in un documento, di cui il think tank antiterrorismo britannico Quiliam è entrato in possesso. La grande quantità di armi che circolano in Libia e la sua vicinanza con gli stati “crociati” rendono il paese nordafricano il punto di partenza ideale, scrive Abu Arhim al-Libim che, secondo gli analisti, è una figura di spicco dello Stato islamico. In particolare spiega la possibilità per i jihadisti di utilizzare e sfruttare in modo strategico i tanti barconi di immigrati clandestini che partono dalle coste libiche attraverso i quali “l’Isis può portare il caos nel sud dell’Europa e colpire le compagnie marittime e le navi dei Crociati”.

Crisi Libia, scoperto il piano dell’Isis per destabilizzare l’Italia