Il terribile peso della vergogna, beccata a rubare in un negozio si suicida


Un brutto fatto di cronaca successo a Londra. Questa ragazza si chiamava Elizabeth Outram, era una neo 30enne che da tempo soffriva di forti attacchi di ansia e depressione ma sembrava che la situazione stesse migliorando fino a quando fu sorpresa in un negozio di moda a scambiare il cartellino di una giacca per pagarla meno. Secondo quanto riporta il Daily Mail, la ragazza, dopo essere stata fermata e processata per taccheggio, non ha mai superato la vergogna del suo steso gesto. Lo scorso 14 agosto, prima di presentarsi in tribunale per la prima udienza del processo Elizabeth provò a togliersi la vita. Fortunatamente fu salvata, ma la seconda volta, ci riuscì, impiccandosi in casa sua.

Ti potrebbe anche interessare: Fa sesso con una 15enne ubriaca e invia le foto su WhatsApp. E lei si uccide