Vicepreside suicida per la vergogna, collezionava foto dei suoi studenti


Era stato trovato lo scorso 10 settembre impiccato nel garage di casa sua. Martin Goldberg, 46 anni, vicepreside della Thorpe Hall School di Southend, aveva ricevuto la comunicazione dalla polizia di essere stato inserito nel registro degli indagati. Durante l’interrogatorio dovette spiegare perché teneva in casa 1500 foto scattate di nascosto e compromettenti ai suoi studenti. Il crollo del vicepreside arrivò presto.

(Continua a leggere dopo la foto)








La mattina del 10 settembre non si presentò a scuola, la polizia andò a cercarlo a casa e trovò il corpo. La polizia si è scusata con i genitori per i ritardi nelle indagini su Goldberg, visto che avevano già ricevuto segnalazioni dei suoi perversi interessi. Non erano stati effettuati accertamenti perché non si era dato peso al fatto che il l’uomo stesse a contatto con i bambini. Le organizzazioni Nsppc e Enough Abuse (impegnate nella prevenzione di abusi verso l’infanzia) hanno detto che la scuola non può essere ritenuta responsabile per non aver sospettato di Goldberg.

Leggi anche: Annuncia la sua morte su Facebook. Cristina, suicida con un colpo alla testa per una delusione d’amore

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it