Ricevi telefonate anonime? Finalmente puoi sapere chi ti cerca (senza pagare)


 

Se c’è una cosa che getta nello sconforto e non ci fa dormire è ricevere una chiamata da un numero anonimo, non rispondere a quella chiamata e restare per ore col pensiero: chi mi avrà chiamato? E perché la persona in questione nasconde il numero? Non sempre si tratta di uno spasimante segreto, anzi. Da quando gli smartphone sono diventati parte integrante della nostra vita e da quando il servizio di identificazione di chi chiama è diventato uno standard, le aziende o i privati che telefono utilizzando un numero anonimo sono sempre di più. Ma questo dà noia e non solo a noi. Ma adesso, gioite tutti, c’è un modo per scoprire chi chiama anche se, chi chiama, lo fa da un numero anonimo.

(Continua a leggere dopo la foto)



Esistono, infatti, servizi (per la maggior parte a pagamento) che permettono di scoprire il numero di una telefonata anonima: una delle piattaforme migliori è Whooming, servizio caratterizzato da un’interfaccia grafica ottimizzata in ogni minimo particolare e una user experience molto piacevole, che in pochi passaggi permetterà di scoprire il numero di una telefonata anonima e visualizzarlo in un elenco ordinato cronologicamente. La piattaforma in questione funziona sia su Apple che su Android, può essere usata da smartphone o da pc. Funziona così: ti iscrivi alla piattaforma, aggiungi il tuo numero di telefono, poi segui la procedura guidata. Una volta terminata la procedura, non ti resta che inserire il codice che ti apparirà una volta terminata l’operazione di registrazione. Una volta che il servizio sarà attivo, ti sarà chiesto di verificare il tuo numero di telefono. Non dovrai fare altro che chiamare il tuo numero da un altro telefono. Se ricevi una chiamata anonima dovrai rifutarla poi accedere al sito di Whooming che ti dirà chi ti aveva cercato. Il numero di chi ti ha chiamato apparirà solo in parte. Per vederlo intero dovrai pagare. Ma almeno ti sarai tolto la curiosità, no?!

Leggi anche: WhatsApp, come aggirare la notifica di lettura. E le altre funzioni che devi conoscere