Le più grandi bufale del 2014, tra tempeste solari e la donna con tre seni


Sono tantissime quest’anno le classifiche 2014 stilate su fenomeni avvenuti su internet. Il Washington Post ne fa una sulle più grandi bufale dell’anno. Eccole qua. 

(Continua a leggere dopo la foto)



La più famosa è quella di Jasmine Tridevil, la ragazza aveva comunicato di aver speso 20mila euro per aggiungere un terzo seno con l’obbiettivo di partecipare a un reality, pubblicando una foto. La verità è arrivata quando la Tampa International Airport ha denunciato un furto tra cui figurava un 3 breast prosthesis. E quindi era un falso, una protesi mobile. La menzogna ha funzionato e ora Jasmine ha registrato la sua prima canzone.
Segue la minaccia di un hacker a Emma Watson di pubblicare le foto dell’attrice nuda. Per il discorso tenuto davanti le Nazioni Unite per le differenze di genere e gli stereotipi. È stata accusato 4chan, il sito che aveva pubblicato le foto di star nude dal loro cloud, ma questo non aveva colpa. In realtà è stato un espediente di marketing di Rantic, che si muoveva per incarico delle star cercando di far chiudere 4chan.
Al terzo posto c’è il video prodotto da Stephen Zang Production, in cui una ragazza ubriaca si faceva avvicinare dai ragazzi per vedere le loro reazioni. Il video era stato definito un esperimento sociale, ma in realtà gli uomini sapevano come dovevano comportarsi. 
Tra gli altri in classifica spicca la macchina che sa trasformare l’acqua in vino. La slittinista  Kate Hansen che ha pubblicato un video falso in cui un lupo grigio si aggirava nel suo hotel a Sochi. L’arrivo di una tempesta solare che avrebbe bloccato il 90% di luce solare investendo il pianeta con polvere e detriti, per cui ci sarebbero dovuti essere 6 giorni di buio.
Chissà quante ne sentiremo il prossimo anno.

Leggi anche: Troppe bufale su Facebook? Da oggi si cambia: così gli utenti possono segnalare notizie false

menzogna