Altro che navigazione sicura: attenzione ai siti che visitate, soprattutto quelli “caldi”. Ecco come appaiono all’improvviso sul vostro computer e… (figuraccia)


Attenzione alle vostre scappatelle erotiche sul web. Pare infatti che ci sia un’altra grana per Google Chrome, il celebre browser di Mountain view già al centro delle scene dopo il caso del virus che ruba i dati dal pc.

(Continua a leggere dopo la foto)



Stavolta parliamo di un vero e proprio “porno bug“, un malfunzionamento scoperto dallo studente canadese Evan Andersen che ha visitato un sito a luci rosse con la funzione “navigazione in incognito”, quella che per intendersi non traccia la cronologia delle pagine viste.

Dopo diverse ore, nel momento in cui ha riaperto Google Chrome, si è trovato davanti proprio l’ultima pagina che aveva visitato, quella piene di donnine in abiti succinti della quale il pc non avrebbe dovuto avere “memoria”. Lo studente ha scoperto che il problema riguarda le schede video Nvidia: quando si chiude Chrome, queste non cancellano l’intera memoria video.

Nvidia, da par suo, ha puntato il dito contro Apple: il bug, ha spiegato un portavoce del gruppo, riguarderebbe la gestione della memoria nel sistema operativo OS X, quello dei computer Mac. Resta un fatto: in certe circostanze, la navigazione in incognito di Google Chrome non funziona come dovrebbe. Occhio, quindi, a evitare spiacevoli figuracce al momento meno opportuno.

Porno in aeroporto. Aspettavano i bagagli quando, per errore, sugli schermi è partito il sesso esplicito. E queste immagini hanno fatto il giro del web