“Non accettare Jayden K. Smith”. Avete ricevuto anche voi questo avviso su Messenger e non sapete come comportarvi? Fate molta attenzione. Ecco cosa si nasconde dietro a questa richiesta di amicizia


 

In questi giorni molti utenti di Messenger, il servizio di messaggistica legato a Facebook, hanno ricevuto un avviso riguardante il presunto hacker Jayden K. Smith. Il messaggio dà chiari avvertimenti: “Dite a tutti i contatti della vostra lista di Messenger di non accettare la richiesta di amicizia di Jayden K. Smith. È un hacker e ha collegato il sistema al tuo account di Facebook. Se uno dei tuoi contatti lo accetta, ti verrà attaccato anche a te, quindi assicuratevi che tutti i tuoi amici lo conoscano. Grazie. Inoltralo come ricevuto. Tieni premuto il dito sul messaggio Fai clic col tasto che fa clic sui nomi di quelli presenti nella tua lista e lo invierà”. In realtà questo stesso messaggio è stato utilizzato moltissime altre volte, ma il nome del presunto hacker cambia: Anwar Jitou, Jason Allen, Bobby Roberts, Tanner Dwyer, etc.. A partire dal 2009 esistono ben 13 versioni di questo messaggio che sono state raggruppate dal sito Snopes, un portale americano famoso proprio per la raccolta di bufale notizie fake. Nell’ultimo aggiornamento fatto dal sito si parla di un messaggio simile a quello riguardante l’hacker Jayden K. Smith e particolarmente diffuso tra gli utenti italiani di Facebook. (continua dopo la foto)







È bene sottolineare subito che l’obiettivo della bufala è di screditare la vittima di turno, così come evidenziato dalla redazione del portale Bufale.net: “il modo migliore per risolvere ogni controversia, vendicarsi di qualcuno o, semplicemente, fare un dispetto è usare gli strumenti forniti dalla rete per ottenere un inconsapevole esercito da dispiegarsi per calunniare qualcuno che non si sopporta”. Spesso, infatti, gli utenti tendono a condividere con i propri contatti le varie catene di Sant’Antonio che ricevuto su piattaforme come Messenger o WhatsApp, senza preoccuparsi di verificare la fonte. (continua dopo le foto)





 

 Infine, ci sono delle cose che è necessario sapere: accettare un’amicizia non consente a chi fa la richiesta di avere accesso al nostro account o di collegare “il sistema al tuo account di Facebook” (una cosa che non ha nessun senso). La minaccia reale potrebbe semmai risiedere nei messaggi con allegato un file che necessita di essere scaricato. In quel caso, se avete qualche sospetto sul mittente della mail, non dovete mai scaricare o aprire i file contenuti nella stessa, potrebbero essere un tentativo di phishing, ovvero una truffa informatica, o contenere virus.

Ti potrebbe interessare anche: iPhone 8, un sito specializzato (in forte anticipo su tutti) è riuscito a scovarne un modello e l’ha mostrato al mondo. “Tecnologia sbalorditiva”. Tutto quello che c’è da sapere sullo smartphone del futuro. Quando arriva (e i prezzi…)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it