Vende la figlia neonata per poco più di 3mila: “Per comprarmi gli stivali nuovi”. Come hanno scoperto la mamma 25enne


Ha deciso di mettere in vendita la figlia appena nata perché voleva comprarsi degli stivali. Luiza Gadzhieva, 25enne di Mosca, è stata arrestata per aver usato la figlia come merce di scambio per un valore di 3300 euro. La somma sarebbe servita alla donna per acquistare degli stivali nuovi e per l’acconto di una casa che stava comprando. Luiza è madre di altri tre bambini è stata arrestata in un’operazione in cui le forze dell’ordine hanno usato dei finti acquirenti.

Secondo quanto riportano i media locali, la donna, venticinquenne mamma di altri tre bambini oltre all’ultima arrivata, aveva confessato il suo piano alla sorella. Gadzhieva è stata arrestata dalla polizia dopo che alcuni agenti hanno finto di essere interessati all’acquisto della piccola appena nata. (Continua dopo la foto)






Dopo la pubblicazione dell’annuncio choc, un gruppo di attivisti anti-tratta “Alternativa” ha intercettato il messaggio e ha provato a dissuadere la donna provando a spiegare cosa sarebbe successo alla bambina. Tuttavia la ragazza è apparsa abbastanza indifferente e da quel momento è scattata la denuncia. “Abbiamo tentato in ogni modo di spiegarle come avrebbe vissuto la figlia”, hanno fatto sapere dal gruppo secondo la ricostruzione dei media. Ma la donna, a quanto pare, voleva guadagnare dei soldi per soddisfare le sue necessità ed era convinta quindi di dar via la bambina. (Continua dopo la foto)






Gli attivisti hanno insistito con la donna provando a farle capire che la bambina appena nata sarebbe stata consegnata agli zingari, che l’avrebbe persa per sempre (la bambina ha soltanto una settimana), ma a lei non interessava nulla del destino di sua figlia. Luiza Gadzhieva sembrava totalmente indifferente rispetto alle conseguenze del suo gesto. Pensava solamente a utilizzarla come merce di scambio per ottenere gli stivali e per l’acconto di una casa che stava comprando. (Continua dopo la foto)



 

La polizia ha subito arrestato la 25enne che ha confessato di avere già in mente come spendere la cifra che avrebbe potuto ricavare. La neonata, di appena una settimana di vita, è stata affidata ai servizi sociali.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it