“Non ce la faccio…”. Striscia la notizia, Enzo Iacchetti si commuove in diretta: “Sono psicolabile…”

Grandissimo record per Striscia la notizia, il tg satirico questa sera ha tagliato l’importante traguardo delle 7.000 puntate, decisamente un record mondiale come svelato anche da Ezio Greggio, tra i presentatori del programma dalla prima edizione. Agli esordi del programma la spalla di Greggio non era ancora Enzo Iacchetti ma Gianfranco D’Angelo, stasera la commozione dei due conduttori era visibile nei loro volti.

Ad aprire la puntata è stato un bellissimo video commemorativo che ha ripercorso in due minuti i 33 anni del programma andato in onda per la prima volta il 7 novembre 1988, con un ricordo per tantissimi conduttori ed artisti passati da Striscia la notizia. Enzo Iacchetti, storico compagno di Greggio ha sfiorato la commozione nelle battute iniziali della puntata: “Sono un po’ psicolabile, devo ringraziare tutti, non so più cosa dire. Partiamo con il tg altrimenti mi metto a caragnare dall’emozione”. (Continua a leggere dopo la foto)


E’ stata una puntata di Striscia la notizia decisamente emozionante, con Ezio Greggio che nelle battute inziali della puntata ha voluto dedicare un pensiero per tutti gli artisti e gli amici passati dal noto tg satirico, che agli inizi della sua messa in onda era programmato su Italia Uno, successivamente invece è diventato uno dei programmi di punta di Canale Cinque. (Continua a leggere dopo la foto)

Ezio Greggio ad inizio puntata ha voluto salutare chi in qualche modo si è reso protagonista a Striscia ma oggi non c’è più. Proprio nei giorni scorsi il tg satirico è stato colpito da un lutto molto doloroso: “Salutiamo tutti, anche quelli che non ci sono più” – ha dichiarato Greggio – . (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}
Già nel pomeriggio Ezio Greggio era intervenuto sul proprio account Instagram per ricordare l’importante appuntamento di questa sera a Striscia la notizia: “La puntata 7.000 è un record mondiale”.

Ti potrebbe anche interessare: Ricoverata e operata d’urgenza per una recidiva del tumore alle ovaie, la giornalista rompe il silenzio