“È una molestia e adesso basta”. Stefania Orlando furiosa. Interviene subito anche l’amico Tommaso Zorzi

La prima a denunciare è stata Aurora Ramazzotti: dopo una sessione di allenamento all’aperto, la figlia di Michelle Hunziker aveva parlato indignata dell’ennesimo episodio di fischi e commenti indesiderati ricevuti per strada da parte di estranei: “Ci rendiamo conto che nel 2021 succede ancora così di frequente?”, aveva detto su Instagram rivolgendosi ai suoi follower. E aveva aggiunto: “Nonostante io sia una che in genere si veste da maschiaccio, appena mi metto una gonna o mi tolgo la giacca sportiva mentre corro perché fa caldo, devo sentire fischi o i commenti sessisti? Mi fa schifo”.

Si tratta del fenomeno del catcalling, le molestie di strada. Dopo Aurora Ramazzotti è stata Vittoria Puccini ad alzare la voce: “È qualcosa che tra l’altro io ho vissuto sulla mia pelle e mi ha sempre dato più che fastidio. L’ho sempre trovata una violenza. Una violenza verbale. Soprattutto per il senso di disagio che mi lasciava da ragazzina quando mi dicevano delle cose per strada o quando capitava che degli uomini mi fischiassero dalle auto”, ha detto la Puccini. (Continua dopo la foto)


E ha aggiunto: “Sono atteggiamenti assolutamente non giustificabili e trovo molto giusto che lei abbia denunciato questa pratica che deve assolutamente cessare. Siamo sempre nell’ambito del non rispetto della donna. Ma chi te l’ha chiesto di fischiarmi dietro? Non è voluto, non è ricercato e non devi permetterti di farlo”. (Continua dopo la foto)

Nelle ultime ore anche Stefania Orlando con un post su Twitter si è schierata dalla parte delle vittime di catcalling. L’ex gieffina non ha fatto mistero di credere che queste attenzioni indesiderate siano paragonabili a molestie vere e proprie, spronando tutte le donne a farsi sentire e a non accettare mai più simili comportamenti: “Da adolescente se vedevo dei ragazzi a poca distanza da me cambiavo marciapiede, per evitarmi parole pesanti e sguardi fastidiosi. Il #catcalling NON È UN COMPLIMENTO MA UNA MOLESTIA. Spesso è praticato dal branco perché l’uomo da solo non è così “coraggioso”! Io dico BASTA!”. (Continua dopo la foto)

{loadposition intext}

Tanti i commenti al post di Stefania Orlando: tutti i suoi follower sono al suo fianco in questa battaglia di civiltà: tutti le hanno fatto sapere di esserle vicino. Anche il suo grande amico all’interno della casa del Grande Fratello Vip, Tommaso Zorzi, che ha scritto: “Amore mio…”.

La bellissima della tv, presto mamma bis, svela il nome del bebè: “Ti aspetto Romeo”