Sta semplicemente cantando una canzoncina con la mamma mentre è seduta sul divano, tutto sembra molto tranquillo, poi la felicità viene squarciata di colpo: prima il boato e poi le urla. Ecco cosa è successo

Da quando l’opinione pubblica mondiale si è focalizzata sulla Siria grazie alla potente immagine del piccolo salvato e portato in salvo all’interno dell’ambulanza, la consapevolezza internazionale sulla guerra nelle terre di Assad sembra tornata al primo posto. Dopo che sabato un bambino è stato all’origine della strage alla festa di matrimonio a Gaziantep, in Turchia, questa sensibilità si è addirittura acuita e non di poco.

Sul web spuntano decine, forse centinaia di video di attentati, bombe, missili e attacchi di ogni genere. E sulla falsa scia del piccolo sporco di fuliggine, ecco l’ennesima dimostrazione che in guerra chi ci rimette sempre sono i bambini. Questo sembra un video normale, come se ne possono trovare a migliaia in giro per la rete, un genitore riprende la propria figlia, intenta a cantare una canzone con allegria e spensieratezza. Ma purtroppo la bimba in questione è una bimba siriana, e questo video è una testimonianza ulteriore, dopo quelle degli ultimi giorni, delle difficoltà e dei traumi che i bambini che vivono in zone di guerra si trovano a subire.

(continua dopo il video)


{loadposition intext}

Il genitore sta riprendendo la figlia che canta una canzone, ma a un certo punto la telecamera gli sfugge di mano a causa della esplosione di una bomba a pochi metri. Dopo l’esplosione la bambina viene presa e, probabilmente, portata in un posto più sicuro. Il video, diffuso inizialmente su Facebook e poi anche su YouTube, ha suscitato emozione e tristezza tra gli utenti della rete, come testimoniano i molti commenti. Una situazione atroce quella che la Siria sta vivendo in questi ultimi anni, un fronte attivo che oltretutto non sembra per niente in via di smantellamento.

Ti potrebbe anche interessare: “Invece dei Pokemon trovate e salvate noi”. L’appello dei bambini siriani commuove il mondo. Immagini che non hanno bisogno di essere commentate

Pubblicato il alle ore 17:01 Ultima modifica il alle ore 11:29