Furto milionario alla Rai, bottino consistente: “Portato via anche il Cavallo”. Ci sono sospettati

Un bottino ingente di un valore approssimativo di milioni di euro. Sotto l’occhio dei magistrati i dipendenti. A quanto riporta il Messggero infatti, dal patrimonio della televisione di Stato sarebbero sparite circa 120 opere d’arte originali trafugate dalle sedi della Rai, dal Nord al Sud. Quadri e sculture che facevano parte di un patrimonio che ne conta in totale 1.500, un danno milionario. Tra le opere trafugate, 4 miniature – alcune in bronzo e altre in argento – del ‘Cavallo’ dello scultore Francesco Messina.


Una versione, in scala ridotta, della celebre opera esposta nel cortile di viale Mazzini, sempre dello stesso autore. Ma, per fare altri esempi, sarebbero scomparsi anche la ‘Vita nei Campi’ di Giorgio De Chirico e la ‘Domenica della buona gente’ di Renato Guttuso. Secondo gli investigatori, riferisce il Messaggero, i dipinti sarebbero scomparsi nel nulla dalle sedi Rai almeno a partire dal 1996.

rai

La denuncia dei furti partita dai vertici Rai

“È la stessa Rai ad aver fatto emergere quanto riportato oggi dai media su furti d’arte in azienda nell’arco di più anni. La scoperta è avvenuta grazie a un Audit, da me avviato non appena avuta la percezione di un possibile problema. Una volta conclusa l’indagine interna, abbiamo subito sporto denuncia”, dichiara il il presidente della Rai, Marcello Foa, all’Adnkronos.


rai


“Questa azione rientra in un contesto di trasparenza e di rigore a tutela del patrimonio Rai, anche per evitare che episodi del genere abbiano più a ripetersi. Auspico che possa essere questo il punto di partenza per una piena valorizzazione del nostro importante patrimonio artistico”, conclude il presidente della Rai. Sulla vicenda ora indagano i carabinieri Tutela patrimonio culturale.

rai


Nella Capitale l’inchiesta è stata avviata dal pm Francesco Marinaro. Sembra che, riferisce il quotidiano romano, al centro dei sospetti ci siano alcuni dipendenti della Rai, anche se è opportuno rimarcare che si tratta solo di sospetti. Quel che è certo è che si è innanzi a un vero e proprio giallo, ammantato di mistero. Resta da capire come siano potute sparire tante opere da posti differenti.

Pubblicato il alle ore 14:51 Ultima modifica il alle ore 14:51